Xerox sceglie la Welfare Card di Eudaimon

, , ,

Xerox,  colosso industriale nel settore della tecnologia, è da tempo attenta al benessere dei propri lavoratori. Per meglio conciliare la vita privata e vita lavorativa dei dipendenti, per esempio, è stata una delle prime società, in Italia, ad adottare lo Smart working.

La particolare attenzione al benessere aziendale ha portato la società ad attivare, nel 2017, la Welfare Card di Eudaimon per i suoi 500 dipendenti. Questo ha permesso all’azienda di rendere disponibile una vastissima gamma di opzioni di welfare per il suo personale, in linea con quanto indicato da Federmeccanica nell’apposita Guida operativa al welfare aziendale.

“Nell’ambito delle iniziative dedicate al benessere dei lavoratori”, ha dichiarato Gloria Cesari, HR Manager dell’azienda, “Xerox ha trovato in Eudaimon un partner che ha saputo fornire la soluzione più semplice, ma al contempo il sistema di servizi più completo per soddisfare una popolazione aziendale diversificata per territorio, età ed esigenze non solo familiari, mettendo a disposizione di tutti i lavoratori un paniere ricco di beni, servizi e prestazioni di welfare. Soddisfatti dei primi riscontri raccolti tra le persone, ci auguriamo di proseguire in quest’esperienza fruendo dei vantaggi concreti che ne derivano”.

Strumento in linea con gli obiettivi del sindacato

La card è stata studiata appositamente per adempiere agli obblighi contrattuali previsti dai numerosi Ccnl (Metalmeccanici Industria, Confapi, Telecomunicazioni, Orafi e Argentieri). Consente di gestire la conversione del premio di risultato e l’attribuzione di altre premialità ed erogazioni on top da utilizzare obbligatoriamente in welfare sfruttando i benefici fiscali previsti.

Eudaimon ha lavorato per renderla disponibile sia in formato digitale sia cartaceo per venire incontro alle esigenze dei lavoratori. L’accesso può essere effettuato da portale web dedicato con qualsiasi dispositivo.

La Welfare Card ha ricevuto apprezzamenti anche dal mondo sindacale che si auspicava l’erogazione di “opere e servizi per finalità sociali”, come ad esempio l’assistenza sanitaria, e di “servizi e prestazioni di educazione e istruzione e per l’assistenza a familiari anziani e/o non autosufficienti”.

Nel caso in cui il lavoratore abbia già utilizzato, in tutto o in parte, il valore detassato del fringe benefit, fissati per legge a 258,23 euro, La Welfare Card rende disponibili molti altri servizi dove spendere il proprio credito welfare.

“Lo strumento Welfare Card”, ha spiegato Emanuele Cipriani Direttore Commerciale di Eudaimon, “funge inoltre da supporto alle evidenze emerse con il 1° Rapporto Censis-Eudaimon sul welfare aziendale secondo cui quasi il 50% dei lavoratori ritiene che il welfare migliori il clima in azienda e aumenti la soddisfazione dei lavoratori e il 17% lo considera uno strumento per aumentare la produttività. E proprio la produttività è al centro degli accordi legati ai premi di risultato (quasi l’80% dei contratti attivi tra aziendali e territoriali)”.

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano