Autore: Redazione

Risorse umane HR

, , ,

Una vera e propria rivoluzione è in atto nel settore HR: nuove aspettative, nuovi lavori e nuove competenze stanno nascendo in questo mercato che si muove sempre più velocemente. In particolare, le tecnologie stanno trasformando le Risorse Umane e quello delle nostre aziende, mentre le aspettative degli stakeholder sono sempre più articolate e complesse.

È quanto emerge dall’indagine FutuHRe: quali ruoli e competenze per il futuro di HR, promossa da SHRM Global Forum Italy, nato nel 2017 grazie a GEMA Business School, preferred provider di SHRM (Society for Human Resource Management, la più grande e rilevante associazione HR al mondo, con 290mila associati in 165 Paesi e 100mila professionisti certificati SHRM-CP e SHRM-SCP). Leggi tutto >

, , ,

La Society for Human Resource Management (SHRM) arriva in Italia grazie a GEMA Business School. e si presenta con due eventi dedicati all’HR a Milano e a Roma.
SHRM è la più grande organizzazione al mondo nel settore delle Risorse Umane e ha l’obiettivo di creare una rete tra istituzioni accademiche, imprese, comunità, organizzazioni non governative e Governi (rappresenta oltre 275mila membri in 160 Paesi nel mondo), al fine di servire i professionisti HR e guidarne lo sviluppo professionale indipendentemente da dove operano. Leggi tutto >

,

Il Governo giapponese ha studiato una modalità per sconfiggere – o almeno alleggerire – la ‘sindrome da lunedì’, ossia quella sensazione di ansia legata al lavoro che comunemente attanaglia a partire dalla domenica sera: permettere ai lavoratori di prendersi la mattinata  libera. Come riportato dal Telegraph, grazie all’iniziativa chiamata Shining Monday, il Ministero dell’Economia nipponico sta portando avanti la sua missione volta a migliorare la conciliazione vita-lavoro. Leggi tutto >

, , ,

Dal 14 luglio è entrato ufficialmente in vigore il decreto Dignità, primo atto normativo importante del Governo Lega-M5S. Il provvedimento in questione ha indubitabilmente gettato scalpore e ha diviso l’opinione pubblica. Confindustria e il mondo dell’impresa in generale si sono espresse a sfavore del decreto, contestando in particolare il ritorno delle causali per i contratti a termine che ha un impatto forte sia sui contratti futuri, ma anche su quelli in essere. Leggi tutto >

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano