formazione_perillo.jpg

, , ,

Abbiamo attraversato la crisi più lunga –e forse non ne siamo neppure usciti– tagliando sprechi, azionando la leva della riduzione dei costi e rinunciando, forse troppo, a usare l’acceleratore degli investimenti. È successo in famiglia come in azienda.

Anni bui, che sono seguiti ad anni eccessivamente disinvolti. Alcuni non ce l’hanno fatta, altri sono sopravvissuti allo tsunami. Ma non ne stiamo venendo fuori con nuovi approcci e modelli: una sorta di coazione a ripetere spinge, infatti, le imprese a utilizzare le stesse logiche con cui sono entrate nella grande crisi. Leggi tutto >

Nespresoo_AEquacy.jpg

, , , ,

Le aziende hanno spesso bisogno di snellire i processi interni, ma esistono alcuni elementi limitanti nelle organizzazioni: tra questi c’è la gerarchia, che genera e rinforza le dinamiche di cui le imprese cercano di disfarsi. Un design organizzativo senza capi, attraverso la creazione di team auto-organizzanti, puntando su concetti come delega, responsabilità e feedback, può essere la soluzione per massimizzare l’accountability delle persone. Leggi tutto >

trasformazione digitale delle risorse umane

, , ,

Per innovare la gestione delle Risorse Umane bisogna spiegare il cambiamento in corso e illustrare ai responsabili HR i vantaggi di tecnologie avanzate come l’Intelligenza Artificiale (AI) applicata a questo ambito. Nasce con questa esigenza l’incontro HR Trend Talks organizzato a Torino da Skylab Italia (TeamSystem Company) e In-recruiting (Gruppo Zucchetti).

“Il mercato è più avanti rispetto alle competenze digitali delle persone. Già oggi ci sono tecnologie adeguate, ma c’è un divario tra l’offerta e le competenze di coloro che poi si occupano di gestire le risorse umane. Serve tanta formazione, già solo l’organizzazione di pratiche come lo Smart working impongono l’uso di tecnologie di questo tipo”, ha spiegato Fulvio Talucci di TeamSystem. Leggi tutto >

FondItalia_formazione.jpg

, , , ,

L’innovazione sta cambiando il mondo del lavoro. Secondo i dati raccolti dall’Ocse, il 32% dei professionisti deve acquisire nuove competenze per adattarsi alle diverse mansioni richieste dalla digitalizzazione. Cambia il contenuto delle prestazioni, cambiano le infrastrutture del lavoro e aumenta il bisogno di formazione.

“Il futuro non può che essere quello di una formazione integrata, che parta dall’istruzione scolastica, prosegua con quella universitaria e continui per tutta la durata della vita lavorativa dell’individuo”, spiega Francesco Franco, Presidente di FondItalia. Leggi tutto >

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2019 ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - segreteria@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano

Trovi interessanti i nostri articoli?

Seguici e resta informato!