Tag: welfare

, , , , ,

Si definisce un’azienda del fare’ e basta entrare nella sede di Desio, a pochi chilometri da Milano, per averne un assaggio. Siamo in Brianza, un’area da sempre caratterizzata da un apparato industriale e da un terziario particolarmente avanzato.

È qui, nel paese di Barzanò (5mila abitanti in provincia di Lecco), che nel 1957 è nata l’azienda Sacchi Elettroforniture, oggi una delle principali realtà italiane nella distribuzione di materiale elettrico, illuminazione e automazione industriale. Leggi tutto >

, , , ,


Un’impresa di medie dimensioni può competere con le grandi aziende a livello internazionale? La risposta è sì, ma serve una strategia che metta al centro le persone.

Monnalisa, azienda fondata nel 1968 dall’imprenditore Piero Iacomoni ad Arezzo e specializzata nell’abbigliamento di alta qualità per bambini, punta sul benessere dei suoi collaboratori e coltiva i valori incentrati sul rispetto e l’attaccamento al territorio. Leggi tutto >

, , ,

Un cavallo che corre da destra a sinistra. È questo il simbolo che rappresenta la scelta imprenditoriale di Alce Nero: andare controcorrente rispetto alle grandi industrie alimentari.

Quest’azienda è nata alla fine degli Anni 70 nelle Marche per iniziativa di Gino Girolomoni, precursore della produzione agroalimentare biologica in Italia. Nel 1999 è avvenuta la fusione con l’emiliana Conapi (il Consorzio Nazionale Apicoltori) fondata da Lucio Cavazzoni. Entrambe cooperative, cresciute sulle idee e sulle persone, molto più che attraverso mezzi finanziari. La società attuale è invece nata nel 2004, a seguito dalla cessione del marchio Alce Nero da parte di Girolomoni. Leggi tutto >

risorse umane

, , ,

In alcune realtà aziendali italiane, in particolar modo nelle organizzazioni a carattere familiare, l’arrivo di una risorsa rappresenta l’inizio di una nuova storia lavorativa la cui durata può essere più o meno lunga.
Sin dal principio lavoratore e azienda puntano a scrutarsi, a conoscersi, a porsi domande più o meno simili, anche se occupano due poli diametralmente opposti: avrò scelto bene? Rispecchierà le mie aspettative? È la persona/Azienda giusta? Su questi e tanti altri interrogativi, il fattore tempo –un po’ come nella vita– gioca un ruolo primario e aver avuto ragione o torto nell’aver selezionato la risorsa “X” o scelto l’azienda “Y” richiede pazienza e riflessione.

Un ingresso salutato con il sorriso da parte del diretto responsabile, una scrivania già dotata di tutto quanto necessario (PC, dotazioni di cancelleria, account email aziendale) e una definita calendarizzazione di formazione aziendale sono segnali incentivanti che contribuiscono a tracciare il senso di ‘appartenenza’.

Quanto descritto non è che una fase della gestione del personale: di contro, c’è sempre un periodo in cui ci si ritrova a dover mettere a punto il “giocattolo” costruito negli anni, a dover fare scelte e oliare alcuni ingranaggi che nel tempo cominciano a incepparsi: il personale così diventa oggetto di studio e di valutazioni a volte frettolose. Se la risorsa X, ultima arrivata, inconsapevole protagonista di un processo di rinnovamento, non sarà la diretta interessata a dette valutazioni, non varrà lo stesso per i “senatori” e per i “nati” professionalmente in Azienda, spesso i veri artefici del successo.

Bisogna saper ascoltare tutti

Se da un lato il responsabile Risorse Umane dovrà porre molta attenzione alle politiche da seguire confrontandosi con i dipendenti attraverso l’ascolto, la valorizzazione e l’adozione di mirate politiche di welfare aziendale, dall’altro un buon imprenditore non potrà concedersi di fermarsi a godere il presente, ma dovrà puntare alla creazione di nuove opportunità e andare alla ricerca di nuovi sbocchi di mercato.

Ascoltare le “voci di dentro”, dal primo all’ultimo arrivato, ha un peso specifico da non sottovalutare: il confronto diretto, il recepire suggerimenti operativi, aiuta a valutare eventuali scelte che in precedenza probabilmente non sarebbero state prese in considerazione. Non solo: ascoltare direttamente la fonte di taluni “mugugni”, legati a vicende comportamentali piuttosto che economiche,

può aiutare l’imprenditore Leggi tutto >

  • 1
  • 2
  • 4

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2019 ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - segreteria@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano