, , , ,

Del ruolo della Direzione del Personale nella creazione di occupazione si è discusso anche nella seconda tavola rotonda del Convivio di Milano: il Direttore editoriale di Este Chiara Lupi ha raccolto le testimonianze di quattro rappresentati di altrettante società di consulenza e due di aziende.

Secondo Rinaldo Pietro Platti, consulente del lavoro di Chi, cosa, come, professional solutions le Risorse Umane devono diventare più incisive: “Spesso l’HR si trova a dover fare il ragioniere, ossia assecondare le scelte dell’imprenditore per quanto concerne il personale. Questo comporta che il suo Ufficio viene visto come un mero costo aziendale”. A indebolire ancor di più il ruolo HR è la tendenza a ‘delocalizzare’ la gestione delle risorse a società estere: “Spesso gli HR stranieri sono più organizzati e meno costosi, ma se i Direttori italiani sapessero imporsi meglio e gli imprenditori lasciassero loro il giusto spazio, ecco che la gestione delle diventerebbe il motore di un’azienda di successo”.

Leggi tutto >

, , , , ,

Come si crea lavoro in Italia? È questo il tema al centro de Il Convivio di Persone&Conoscenze, il più grande appuntamento dedicato al mondo della Direzione del Personale organizzato dalla casa editrice Este.
Ad aprire il convegno, tre colloqui-interviste gestite da Francesco Varanini, Direttore di Persone&Conoscenze e responsabile scientifico dell’evento, che ha poi visto il confronto tra Direttori del Personale e player di mercato in una prima tavola rotonda sul tema ‘competenze e prospettive future‘ e in una seconda sul ruolo dell’HR nella creazione di lavoro in Italia.

Leggi tutto >

, , ,

di Gaetano Veneto

Le più recenti vicende legislative e le iniziative del Governo in merito alla vicenda del voucher, con i loro riflessi sul sistema di relazioni industriali del nostro Paese –nel delicato momento che vede l’attuale Esecutivo, che ha appena superato i primi 100 giorni di vita, impegnato, dopo la firma di un incerto e labile documento di rinnovo, almeno di volontà, del Trattato di Roma dopo 60 anni di vita ondivaga– lasciano, se non esterrefatti, quando si consideri il contesto europeo, a sua volta impegnato a cercare nuovi equilibri (specie dopo la Brexit), almeno perplessi sulla navigazione, forse un po’ troppo a vista, dei reggitori del timone dello Stivale.

Leggi tutto >

Sponsorizzato

, ,

Melanie Hache*

Sono finiti i giorni in cui un buon stipendio era la variabile che determinava la scelta, o meno, di un posto di lavoro. Le persone continuano ovviamente a voler essere pagate in modo equo, ma vogliono anche lavorare per un’azienda che sia capace di mettere le persone al primo posto.
Questa forte attenzione sulla reputazione è cruciale. Un forte brand è diventato uno strumento fondamentale per il recruiting. Ed è il motivo per il quale le persone condividono costantemente la lista delle prime 10 aziende in cui lavorare.

Leggi tutto >

© 2017 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 info@fabbricafuturo.it - P.I. 00729910158