Tag: IT per HR

Legge Smart Working

, , , , , , , , , , , , ,

Il Disegno di legge che include anche lo Smart working o lavoro agile è stato approvato. L’aggiunta di “anche” è d’obbligo, perché nel provvedimento sono state indicate sia “le misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato” sia “le misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale”. In sintesi: maggiori tutele per i lavoratori autonomi e possibilità di lavorare da remoto per quelli subordinati. Come funziona la nuova legge? La normativa sullo Smart working fissa con chiarezza le nuove regole per la prestazione in modalità ‘agile’ con l’obiettivo di incrementare la competitività e agevolare la conciliazione vita-lavoro, ma senza creare una nuova tipologia contrattuale. Il focus, infatti, è sulla modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato che deve avvenire in parte all’interno dell’azienda e in parte all’esterno, senza una postazione fissa ed entro i limiti di durata massima dell’orario di lavoro giornaliero e settimanale (i limiti sono stabiliti dalla legge e dalla contrattazione collettiva). La legge –e questa è una delle novità– impone l’obbligo di un “accordo scritto” da firmare all’inizio del rapporto di lavoro oppure durante il contratto: l’intesa prevede l’individuazione dei tempi di riposo e le misure tecniche e organizzative per assicurare la disconnessione dalle tecnologie.

Leggi tutto >

, , , , , , , , , ,

Se è mutato il modo di interagire e comunicare nella vita privata, a cambiare deve essere anche il mondo professionale. Sempre più imprese stanno cogliendo i reali vantaggi di una nuova organizzazione del lavoro, più flessibile e che permetta di conciliare i tempi di vita con quelli di lavoro. Ma il passaggio non è scontato. C’è bisogno di una svolta culturale.
Per questo esistono società specializzate che sostengono le imprese nel percorso di cambiamento.
Chi Cosa Come, brand creato dalla collaborazione tra Professional Solutions, Studio Platti e Studio Cella, nasce con la mission di offrire alle aziende un servizio a 360 gradi comprensivo di soluzioni innovative, come nel caso dello smart working.
Partendo dal presupposto che non si può fare business senza network, oggi importa tanto la presenza fisica quanto la connessione con tutti gli stakeholder. Servono modalità agili d’interazione, strumenti che permettono di scambiarsi le informazioni in tempo reale.

Leggi tutto >

, , ,

SELECTIVA desiderava ottimizzare la propria area risorse umane con una soluzione tecnologica che consentisse di migliorare il tempo impiegato in mansioni gestionali, di analisi, aumentare la conoscenza del proprio staff grazie a dati aggiornati, su formazione, valutazione e remunerazione, e semplificare comunicazione e partecipazione a tutti i livelli dell’organizzazione.

Con quasi 20 anni di storia, SELECTIVA è un’azienda spagnola specializzata nella copertura globale delle necessità di ricerca e selezione di dirigenti e quadri, somministrazione di lavoro ed outsourcing attraverso la propria azienda Crezca. Pionieri nella contrattazione, forniscono risorse e mezzi tecnici necessari per la corretta selezione del personale per l’impresa cliente, mettendo a servizio tutta la propria competenza e know-how. Trattandosi di un’organizzazione in costante espansione, SELECTIVA aveva necessità di un software che accompagnasse questa crescita, consentendo una gestione dei dati ordinata e sicura.

Leggi tutto >

, ,

Un gruppo di esperti sostiene che i progressi della tecnologia applicata alle risorse umane hanno il potere di ridisegnare le aziende multinazionali

 

Nel corso della tavola rotonda Il mondo del lavoro nei prossimi cinque anni, condotta da ADP il 27 aprile, un gruppo di opinion leader esperti di tecnologia HR ha espresso alcuni pareri.

  • Le nuove soluzioni tecnologiche HR hanno la capacità di facilitare un maggiore coinvolgimento dei dipendenti, a condizione che i manager le adottino e valorizzino davvero i loro impiegati.
  • Facilitando l’accesso alle informazioni in tempo reale, i dirigenti HR possono assumere un ruolo sempre più importante nei processi decisionali dell’azienda.
  • Le aziende che dimostrano una leadership tecnologica avranno un vantaggio competitivo nell’acquisizione dei talenti.
  • La prossima ondata di tecnologia dovrà essere intuitiva per sviluppare il suo potenziale e soddisfare le esigenze del crescente numero di millennials occupati.
  • I dirigenti HR dovranno essere coraggiosi e sperimentare nuove tecnologie per vedere dove risiede il reale valore dell’azienda e dimostrare il ritorno dell’investimento.

Gli esperti del settore e opinion leader

  • Dr. Anthony Hesketh, Senior Lecturer at Lancaster University Management School, Visiting Professor at Copenhagen Business School, Senior Advisor at EY
  • Neil Lancaster, HR Director at Gamestec
  • Mervyn Dinnen, Award Winning International Blogger & HR thought leader
  • Bridget Penney, VP Human Resources at ADP Jaime Losantos, Product Marketing Director at ADP

Nel corso della coinvolgente discussione, il gruppo ha osservato che siamo prossimi a una nuova serie di tecnologie che possono trasformare completamente il modo in cui le soluzioni HR consentiranno alle aziende di operare. Il panel di esperti era compatto nel condividere l’idea che la tecnologia potrebbe essere il driver di un cambiamento aziendale significativo, anche se sono stati sollevati alcuni dubbi in merito all’attuale capacità della tecnologia di coinvolgere effettivamente i dipendenti e guidare le perfomance aziendali. Il gruppo ha discusso a lungo dell’impatto di questo aspetto e della user experience sulle future tecnologie, sostenendo che una tecnologia più intuitiva, che consenta alle persone di raggiungere giorno per giorno i propri obiettivi più efficacemente, ne incrementerà l’utilizzo e produrrà dati più validi. Un’importante osservazione di Jaime Losantos di ADP ha riassunto quella che sarà la sfida della nuova generazione di strumenti HR: “Con la gestione delle risorse umane avete la possibilità di fruire dell’ultimo miglio digitale, avete il potere di generare coinvolgimento e interesse attraverso l’utilizzo di questo strumento, e soprattutto di trasmettere la cultura aziendale”.

Leggi tutto >

  • 1
  • 2
  • 6
© 2017 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 info@fabbricafuturo.it - P.I. 00729910158