Dna della leadership

, , , ,

Accettare l’errore e ridurre la complessità: le principali caratteristiche che definiscono la leadership di un top manager per guidare l’innovazione in azienda. Ecco quanto emerso da una recente ricerca di EXS, la società di Executive Search di Gi Group, la prima multinazionale italiana del lavoro, nonché una delle principali realtà a livello mondiale nei servizi dedicati allo sviluppo del mercato del lavoro.

Leggi tutto >

, , ,

Sorrido sempre di più nel sentire parlare di Talent manage­ment oggi. Credo che in generale, la cultura e l’evoluzione delle aziende di questi ultimi anni contrasti di fatto con la sanissima idea di attrarre, sviluppare, motivare e preservare persone di talento. Specie nell’ambito di aziende multinazio­nali sono annunciate aggressive ‘politiche’ di Talent mana­gement che nella realtà sono rese meno concrete e talvolta anacronistiche, poiché il mondo delle risorse umane (e non solo) non ha più nulla a che fare con logiche del passato.  C’è pertanto il rischio che i piani e le prospettive di svilup­po individuale o tecnocratici strumenti di valutazione del potenziale rimangano solo appunti nel nostro portale di ge­stione HR o, peggio ancora, su documenti cartacei di cui ti chiedi cosa farne quando il nostro talento ci ha lasciati.

Leggi tutto >

, , ,

Creare occupazione nel Mezzogiorno. Su questo tema si è svolta la prima edizione del Convivio di Persone&Conoscenze di Napoli, l’evento dedicato a chi gestisce le persone in azienda e organizzato dalla casa editrice ESTE.

Ad aprire la giornata sono stati Chiara Lupi, Direttore Editoriale di ESTE, insieme con Francesco Varanini, Direttore di Persone&Conoscenze, che hanno introdotto i temi dell’evento parlando di “lavoro senza remunerazione e remunerazione senza lavoro”, tema analizzato nella storia di copertina del numero di giugno di Persone&Conoscenze. “Stiamo riscoprendo la missione di chi si occupa dell’uomo all’interno delle aziende”, il messaggio di Varanini. Ricordando anche come è necessario “riscoprire quelle attività svolte nel tempo libero, ma che nessuno remunera nonostante siano svolte con amore e passione”.

Leggi tutto >

, , ,

Una lenta, ma costante ripresa dell’occupazione; una crescita ancor più lenta delle assunzioni a tempo indeterminato, mentre si registra un forte aumento delle assunzioni a termine, saldo positivo sull’occupazionale per tutte le classi di età e in tutte le macro aree del Paese. Sono questi i dati emersi, pubblicati dall’Istat, Istituto Nazionale di Statistica, sul mercato del lavoro relativi al primo trimestre 2017. A differenza dell’occupazione però la produttività non aumenta.

Leggi tutto >

© 2017 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158