, , ,

Nel centro commerciale, in chiesa, in mezzo alla giungla. Gli spazi di lavoro condiviso sono in aumento e spuntano nei luoghi più inaspettati. Se negli Stati Uniti i coworking aprono persino nelle chiese, in Italia li possiamo trovare per esempio in ex-fabbriche riqualificate, negli hotel e anche negli shopping center. Come quello aperto di recente all’interno di una galleria del centro commerciale Belpò a San Rocco al Porto, in provincia di Lodi, che offre, a pochi passi dalle vetrine dei negozi, una sede di lavoro a professionisti, freelance e aziende che praticano lo Smart working e spazi per riunioni, eventi e corsi di formazione. Leggi tutto >

, , ,

Le statistiche parlano chiaro: l’Italia non è un Paese per genitori. Un tasso di disoccupazione femminile, in particolare delle madri, tra i più alti in Europa, la difficoltà nel conciliare vita privata e impegni professionali, gli ostacoli di carriera e di crescita salariale, una scarsissima offerta di servizi educativi per l’infanzia e tanta, tanta solitudine: l’indagine Le Equilibriste – la maternità in Italia, promossa da Save the Children e pubblicata nel maggio 2019 evidenzia una condizione molto critica per chi decide di mettere al mondo un figlio nel nostro Paese. Leggi tutto >

HMR_welfare.jpg

, , , ,

Remunerare i collaboratori è considerata da sempre un’attività fondamentale per il funzionamento delle imprese, per questo motivo ha un rilievo centrale nelle strategie e nelle pratiche di Human Resource management (HRM), un legame la cui intensità è mutata nel tempo.

Nell’epoca industriale e del lavoro reso omogeneo dal sistema fordista, alla retribuzione è assegnato il ruolo di valore di scambio per ottenere che il lavoratore metta a disposizione tempo ed energie, successivamente organizzati dall’impresa in modo autonomo, per produrre beni e servizi. A partire dalla metà del XX secolo, però, il significato e le finalità della remunerazione si ampliano. Leggi tutto >

giftcard_amilon.jpg

, , , ,

Nei rapporti tra amici appare talvolta impersonale, ma per i dipendenti è tra le possibilità più gradite. Se poi la si sceglie per se stessi, non c’è dubbio che il risultato sarà apprezzato. La gift card è in cima alle preferenze dei lavoratori italiani nella vasta gamma di benefit messi oggi a disposizione dalle aziende.

Secondo una tendenza registrata da Ipsos nel 2018, il mondo dei servizi legati allo shopping riscuote sempre maggior favore: il 52% dei dipendenti considera questo genere di benefit tra i più ambiti, con una predilezione per buoni benzina (82%) e gift card da spendere sia online sia nei negozi fisici (27%). Leggi tutto >

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2019 ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - segreteria@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano

Trovi interessanti i nostri articoli?

Seguici e resta informato!