Tag: lavoro

francesco varanini

, , , ,

Il lavoro non si crea per legge. La povertà non la si abolisce con una singola misura. Viviamo, si sa, in un momento in cui gli equilibri geopolitici globali sono particolarmente delicati;

viviamo in un’epoca in cui le tecnologie offrono sempre più opportunità di sostituire con macchine il lavoro umano; viviamo in un momento di rallentamento del tasso di crescita, che tocca in special modo il nostro Paese, gravato dal debito pubblico, da divisioni e anche da una generale carenza di fiducia. Leggi tutto >

, , ,

L’introduzione del Reddito di cittadinanza in Italia continua a dividere l’opinione pubblica, che si interroga sulla reale utilità del provvedimento per rilanciare il mercato del lavoro. L’ultimo allarme è stato lanciato da Confindustria, che ha evidenziato il rischio che la misura fortemente voluta dal Governo possa scoraggiare le persone nella ricerca di un impiego, in quanto la somma di 780 euro prevista dalla misura non sarebbe così distante dallo stipendio medio di un giovane Under 30 (830 euro, come calcolato dall’area Lavoro e Welfare di Confindustria). Leggi tutto >

gig economy

, ,

Gestire un’organizzazione, scriveva Mintzeberg, “è come tenere in ordine una casa […] dove i rubinetti gocciolano di continuo e la pol­vere riappare non appena la si è spazzata via” .

Ogni riflessione sulla pratica delle Risorse Umane do­vrebbe partire da qui. Perché l’oggetto di chi opera in queste funzioni non è tanto la persona, ma la persona che gestisce persone: il manager.

La primaria responsabili­tà della funzione è abilitare e supportare il management nell’esercizio del governo e dello sviluppo dei collabora­tori: un ruolo perciò di “management coach più che di business partner”, come recita una definizione in voga.

E non ci aiuta lo schematismo di teorie o di pratiche tan­to diffuse quanto celebrate dalle mode della formazione manageriale, come quella, per esempio, della leadership situazionale di Kenneth Blanchard o dell’analisi tran­sazionale di Eric Berne, che non sembrano reggere alla fluidità e alla velocità dei cicli di trasformazione del mon­do aziendale post moderno.

La semplificazione, quale è la riduzione della realtà a modelli, non ci aiuta, insomma, a fornirci strumenti idonei ad affrontare la complessità.

In questo quadro, chi si occupa di Risorse Umane si trova ad agire un po’ come nella disperata condizione dell’apprendi­sta stregone: prova a svuotare con un paio di secchi l’acqua che allaga la stanza, ma essa si riforma di continuo zampil­lando dal pavimento, dalle pareti, dal soffitto, nei punti più imprevisti.

La gestione delle persone, proprio come l’acqua nella stanza, riguarda infatti la componente più ‘liquida’ di un’organizzazione sempre più adattiva e priva di perma­nenze, in un’economia dove, come afferma Ikujiro Nonaka, “l’unica certezza è l’incertezza, l’unica fonte sicura di dure­vole vantaggio competitivo è la conoscenza”.

La persona, un tempo variabile dipendente dell’organiz­zazione, ora

è divenuta la variabile Leggi tutto >

lavoro business manager

, , ,

Nell’attività quotidiana dei Responsabili delle Risorse Umane, c’è un ostacolo difficile da superare che riguarda l’assunzione e/o il trasferimento di lavoratori extra-europei da parte delle aziende. Il tema della global mobility e del trasferimento internazionale di lavoratori è stato affrontato in maniera approfondita da LCA Studio Legale, che ha pubblicato le Corporate Immigration Guidelines 2018 per illustrare le regole e le novità su questo argomento.

“I Direttori HR riferiscono spesso grandi difficoltà nella gestione delle tematiche relative all’inbound, cioè l’importazione di Risorse Umane extra-europee, e anche riguardo all’outbound per esportare temporaneamente lavoratori in altre aree del mondo”, spiega Benedetto Lonato, Partner di LCA.

Lo studio legale accompagna le aziende italiane su tutte le tematiche relative all’inbound e l’outbound di lavoratori extracomunitari, curando sia gli aspetti autorizzativi sia quelli di natura giuslavoristica e previdenziale. Questi lavoratori “sono per la gran parte altamente specializzati, con competenze manageriali o tecniche di alto livello, e operano in società multinazionali o con sedi all’estero”.

Come spiega Alessia Ajelli,

Avvocato di LCA, Leggi tutto >

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2019 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - segreteria@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano