Tag: welfare aziendale

welfare aziendale

, ,

Continua la diffusione del welfare aziendale. Grazie al maggior interesse da parte delle aziende, ma anche per merito della nuova conoscenza del tema da parte dei dipendenti, sempre più in grado di gestire l’accesso ai servizi attraverso gli strumenti digitali, e pure a seguito delle attività di imprenditori e sindacato, chiamati a introdurre soluzioni innovative di benessere nelle organizzazioni. Il welfare torna così a crescere dopo la leggera flessione del 2017. E fa breccia nel Manifatturiero. Leggi tutto >

, , ,


L’educazione alla prevenzione oncologica come welfare aziendale. I numeri sui malati di cancro sono impressionanti: solo in Italia è stato calcolato che, nell’arco della vita, una persona su due si ammala.

Ogni anno le nuove diagnosi sono pari a 1.000 al giorno, di cui un terzo riguarda persone in età produttiva (15-64 anni). Fatte le debite proporzioni, è come se, in un’azienda con 25mila dipendenti, ogni anno se ne ammalassero potenzialmente 50. Leggi tutto >

andriani

, ,

Welfare aziendale come esempio virtuoso. È il caso di Andriani, azienda di riferimento nel settore innovation food specializzata nella produzione di pasta senza glutine e biologica. L’impresa è stata l’unica realtà italiana – tra le oltre 100 provenienti da tutta Europa – a essere stata premiata da LinkedIn nel corso della decima edizione del Talent Brand Club per il progetto di employer branding. Leggi tutto >

Benessere Panini

, , ,

Il welfare aziendale è protagonista nel contratto integrativo di Panini rinnovato a marzo 2018, tappa più recente di una lunga storia di cura del benessere organizzativo che ha accompagnato l’azienda in tutta l’avventura iniziata negli Anni 60 con la prima collezione dedicata ai calciatori in un chiosco di giornali della città emiliana e arrivata oggi in Europa, Stati Uniti e America Latina con figurine adesive di ogni tipo, fumetti, riviste per ragazzi, siti web e App.

“Il nostro primo contratto integrativo risale al 1974, ma i fratelli Panini erano sempre stati attenti al benessere in senso lato della forza lavoro, allora prevalentemente operaia. Questa tradizione non si è persa quando la proprietà è passata di mano ed è stata calata nella contrattazione e nelle varie misure organizzative, economiche e più in generale di cura dei nostri collaboratori”, dice Giorgio Aravecchia, Group Human Resources Director di Panini.

Così, i circa 450 operai e quadri grafici editoriali che lavorano tra la sede di Modena e quella di Milano possono contare da diversi anni su bonus matrimoniali (estesi ora anche alle unioni civili), bonus bebè e permessi per paternità, hanno una polizza sanitaria con coperture più estese rispetto a quella di categoria e retribuzioni al 100% anche nel caso restino a casa per

gravi malattie Leggi tutto >

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2019 ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - segreteria@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano

Trovi interessanti i nostri articoli?

Seguici e resta informato!