Tag: etica

, , ,

Negli ultimi anni, il modello di sviluppo delle aziende dà sempre più spazio alla Responsabilità sociale d’impresa (CSR): una strategia diametralmente opposta a quella che per troppo tempo ha dominato il panorama culturale delle organizzazioni, impegnate a dare spazio alle libertà individuali spesso a scapito del bene comune.

Serve quindi riequilibrare la situazione, senza tuttavia sottovalutare l’importanza del profitto. Ciò significa che accanto alla responsabilità economica è necessario valorizzare quella sociale, trasformandola in vantaggio competitivo. Leggi tutto >

, , ,

Il filosofo francese Emmanuel Lévinas, di origini ebraico-lituane, all’inizio del Novecento sosteneva che le radici dell’etica stanno nel dare una risposta contraria a quella che Caino diede a Dio quando gli domandò: “Dov’è Abele tuo fratello?”; e il fratricida rispose: “Sono forse io il custode di mio fratello?”. “Quando una persona, una società risponde ‘Io, noi siamo i custodi dei fratelli’”, era convinto Lévinas, “allora nasce l’etica”. Leggi tutto >

, , , , , , , , , ,

a cura della Redazione

Zeta Service, società italiana specializzata in paghe e amministrazione del personale in outsourcing, ha fatto della sensibilità nei confronti di clienti e collaboratori il suo fattore di successo. L’azienda ha deciso di prendere posizione in merito ai pacs riconoscendo ai propri collaboratori che firmano il registro delle unioni civili, eterosessuali e omosessuali, il diritto a una settimana di permesso retribuito. Leggi tutto >

, , , , , , , , ,

di Francesco Donato Perillo

Lo status del dirigente in SCA.ma Industries SpA era diventato ormai qualcosa di acquisito e d’indiscusso, come il privilegio dell’Ad di pranzare a mensa, in uno spazio riservato, servito da un cameriere dedicato; così come acquisito era il diritto del dipendente comune a ritagliarsi ampie quote di straordinario non lavorato o a trattenersi in pausa pranzo ben oltre la mezz’ora concessa. In fondo si era nel tempo stabilito una sorta di scambio, di patto tacito e collusivo tra la testa e le membra, tra la direzione e i dipendenti. Tale Alessio Cavedoni, dirigente del Commerciale, detto da taluni ‘il cavaliere’ e da altri ‘il Magna’, noto per la sua corporatura da bonzo e i capelli untuosi, da solo si era mangiato per rappresentanze e missioni l’equivalente dei costi messi a budget per la manutenzione delle attrezzature dell’intera azienda. Pagamenti per suite all’estero intestati a intere delegazioni mai partite, contributi da capogiro a sconosciute agenzie per partecipazioni a mostre e fiere di cui in azienda non si era mai parlato, acquisti nei mega stores di Dubai per oggettistica da regalo destinata a oscure personalità, e quant’altro. Un fiume di denaro che aveva esondato e allagato le campagne, danneggiando non solo il raccolto, ma la stessa dignità di chi ci lavora1. Leggi tutto >

  • 1
  • 2
  • 5

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano