Quello che sognavano i professionisti italiani da bambini secondo LinkedIn

, , , , ,

Ingegnere, scienziato, insegnante o stilista, secondo i dati di un sondaggio condotto da LinkedIn, il più grande network professionale con più di 200 milioni di membri, di cui 4 milioni in Italia.

Quello che sognavano i professionisti italiani da bambini LinkedIn ha intervistato più di 9.000 professionisti di tutto il mondo per identificare le aspirazioni professionali più comuni da bambini e il numero di professionisti che attualmente svolgono il lavoro dei propri sogni.

Ecco i dati della ricerca sui lavori che i professionisti di oggi sognavano quando erano piccoli.

Il sondaggio ha rivelato i lavori ‘da sogno’ per gli ex bambini e bambine italiane:

 

  1. Ingegnere (9%)
  2. Scienziato (8,2%)
  3. Medico/infermiere/personale di pronto soccorso (7,4%)
  4. Insegnante (6,3%)
  5. Pilota di aerei o di elicotteri (5,8%)
  6. Atleta professionista o olimpionico (3,4%)
  7. Scrittore/giornalista/romanziere (3,2%)
  8. Avvocato (3,2%)
  9. Artista (2,9%)
  10. Astronauta (2,9%)

Al di là dei lavori ‘di fantasia’ per antonomasia, come astronauta, pilota di aerei o elicotteri, nelle prime 10 posizioni tra i desideri dei bambini di tutto il mondo riscuotono un certo successo anche professioni in settori apparentemente in contrasto tra loro: da una parte ci sono le discipline artistiche come cantante (1,8%) o stilista/designer (2,6%), dall’altra attività pratiche come il militare (2,6%) o il meccanico (1,6%). In ogni caso, per ritornare alla fantasia, diversi professionisti hanno risposto che nei loro sogni c’era il diventare piloti di auto da corsa (1,6%) o agenti segreti/spie (1,8%). Sognare piace a tutti, ma continuare a farlo da adulti è piuttosto complicato.

Quello che sognavano i professionisti italiani da bambini 2“Continuare a coltivare la stessa passione che avevamo da bambini è essenziale per il successo personale e professionale −ha dichiarato Marcello Albergoni, Country Manager LinkedIn di Italia e Spagna−. Cercare di non perdere l’entusiasmo e l’approccio positivo di quando, da bambini, immaginavamo il lavoro dei nostri sogni, è sempre più importante, in particolare in un periodo di incertezza economica come quello attuale”.

Ecco le principali differenze tra uomini e donne italiani rispetto al lavoro dei propri sogni: se da un lato gli uomini confermano essere più ‘scientifici’, le donne iniziano a ‘pensare in maniera creativa’ fin da piccole.

  Uomini Donne
1 Ingegnere (13,1%) Insegnante (12,5%)
2 Scienziato (10%) Medico/infermiere/personale di pronto soccorso (8,6%)
3 Pilota di aerei o di elicotteri (8,4%) Scrittore/giornalista/romanziere (6,2%)
4 Medico/infermiere/personale di pronto soccorso (6,8%) Stilista/designer (6,2%)
5 Atleta professionista o olimpionico (4,8%) Artista, scienziato, avvocato, designer di interni (4,7%)

Apparentemente gli italiani non sognano più il lavoro che volevano fare da bambini, principalmente perché crescendo, si sono interessati a un diverso percorso professionale per il 55,7% degli intervistati, mentre il 10,50% dichiara invece di svolgere il lavoro dei suoi sogni. Tuttavia, ciò che ritengono più importante per realizzare il lavoro dei propri sogni, il 72,6% degli intervistati cita il fatto di trovare piacevole la propria professione. È interessante notare che se questa risposta è molto ricorrente tra gli uomini (76,5%), le donne italiane includono tra gli aspetti più importanti anche un orario di lavoro flessibile e una retribuzione elevata, entrambi al 10,2%.

I lavori dei sogni dei bambini sono in genere comuni ai sognatori in tutto il mondo, come dimostrano queste preferenze:

  • Insegnante: Stati Uniti, Canada
  • Scienziato: Germania, Hong Kong
  • Medico/infermiere: Regno Unito, Nuova Zelanda, Sudafrica
  • Pilota di aerei o di elicotteri: Francia, Paesi Bassi, Austria, Svizzera, Australia
  • Ingegnere: India, Svezia, Brasile, Singapore, Emirati Arabi Uniti, Indonesia
  • Scienziato/ingegnere: Spagna

Suggerimenti utili per trovare il lavoro dei propri sogni:

  • seguire le aziende in cui si sogna di lavorare su piattaforme internet dedicate: esistono più di 2,8 milioni di pagine di aziende su LinkedIn. È possibile ricevere aggiornamenti sui nuovi dipendenti dell’organizzazione, su quelli che la lasciano, sulle posizioni aperte pubblicate  online e altre interessanti informazioni;
  • inserire interventi di personaggi di spicco nel mondo del lavoro nella propria homepage di LinkedIn che ha aggiunto di recente la possibilità di seguire figure leader: è possibile leggere contenuti originali di esperti di business come Barak Obama, Richard Branson, Arianna Huffington e molti altri.

Aggiungere al proprio profilo le competenze appropriate e partecipare ai gruppi correlati al lavoro dei propri sogni. Anche se non si è diventati degli atleti professionisti come si fantasticava da bambini, unendo le conoscenze nel settore marketing con il proprio amore per lo sport si potrebbe ottenere una posizione di responsabile marketing per una squadra professionistica.

Lascia un commento

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano