Pellegrini: qualità, innovazione e tanta passione

, , ,

Ad accumunarla al padre non è solo il cognome. È la “passione” ciò che unisce per davvero Valentina a Ernesto Pellegrini. Il fondatore dell’omonima azienda l’ha scritto nella lettera che apre la brochure istituzionale, nella quale l’organizzazione racconta, oltre che il suo business, anche i suoi valori: “Ho sempre seguito le mie passioni. La passione del lavoro, della famiglia, del fare le cose per bene e con cura, al meglio delle mie possibilità”.

Per raggiungere i suoi obiettivi il Presidente s’è “circondato di persone che condividono queste passioni”. E l’unica figlia Valentina Pellegrini è una di queste, scelta tempo fa –dopo la laurea in Economia alla Cattolica e tutta la ‘trafila’ nell’organizzazione– per affiancare il padre nelle “responsabilità di azienda”.

Sede di Pellegrini a Milano

Persone&Conoscenze la incontra al piano nobile della sede di Pellegrini a Milano: dalla vetrata della sala riunioni si domina lo scorcio Sud Ovest della metropoli. All’interno, invece, l’ambiente racconta la storia dell’azienda e del suo fondatore. Si riconosce una sciarpa dell’Inter, a memoria degli anni della presidenza Pellegrini che ha lasciato in eredità al club uno scudetto (1988-89, quello del record di punti in tornei a 18 squadre con 2 punti assegnati per vittoria), due Coppe Uefa (1990-91; 1993- 94) e una Supercoppa italiana (1989-90); ma ci sono pure i ricordi del Presidente a testimonianza degli incontri con Papa Giovanni Paolo II e con Papa Francesco. Nella sala c’è spazio persino per alcune opere d’arte, come il Martirio di Santo Stefano, e il cavallo realizzato dall’artista Angelo Barcella, amico della famiglia Pellegrini.

I ricordi servono (anche) a ripercorrere i 53 anni dell’azienda, nata nel 1965 come ‘Organizzazione Mense Pellegrini’ e nel corso di oltre mezzo secolo diventata un gruppo che oggi conta 8.500 dipendenti con un fatturato di 540 milioni di euro (dato 2017): ogni giorno serve oltre 200mila pasti, per un totale di circa 40 milioni all’anno distribuiti in 500 punti di ristoro presso aziende, comunità religiose, strutture sanitarie, scuole e nei ristoranti Valentina, il cui motto è ‘TI ristoriAMO’.

Il core business, come ci spiega Valentina Pellegrini, è dunque “la gestione delle mense aziendali”, tuttavia nel tempo alla ristorazione si sono affiancati altri servizi come le “forniture alimentari” (qui rientra Central Food, la moderna centrale di selezione, stoccaggio, controllo e fornitura delle derrate, cuore della ristorazione Pellegrini; il marchio Gran Taglio per lavorazione delle carni di alta gamma; la linea Arcangeli), la “distribuzione automatica”, il “facility management” e infine il “welfare aziendale”, oggi tutte diventate Divisioni del gruppo.

A completamento dell’ecosistema c’è la presenza all’estero: oltre a Pellegrini Catering Overseas sa, fondata nel 1979 (la sede è a Lugano in Svizzera) che offre il servizio completo di tipo alberghiero in contesti ambientali anche difficili, ci sono le aziende partecipate in Angola, Congo, Nigeria ed Emirati Arabi Uniti, impegnate nella ristorazione collettiva.

Pellegrini, struttura decisionale snella per risposte immediate

Valentina ed Ernesto Pellegrini

Il concetto di benessere è nel Dna dell’organizzazione che fin dalla sua fondazione ha puntato sulla dedizione completa al cliente, che si traduce in una cura quotidiana e nella capacità di rispondere e di anticipare le richieste.

“Abbiamo un tasso di fidelizzazione unico nel mercato”, conferma la Vice Presidente. “A noi si rivolgono le aziende che nella loro strategia hanno scelto di investire sul benessere dei propri dipendenti e per questo offriamo la massima qualità; ci confrontiamo quotidianamente con i clienti per offrire loro qualcosa di più di un semplice prodotto- servizio che modelliamo su specifiche necessità”.

Oltre alla qualità delle materie prime, Pellegrini si è dotata di un modello organizzativo “snello” che permette “flessibilità e risposte rapide” alle necessità del mercato. Come si traduce in concreto questo modello? “Abbiamo adottato una struttura con una catena decisionale chiara, netta e abituata a rispondere con rapidità ed efficienza per dare sempre la massima disponibilità. I clienti dialogano direttamente con i responsabili del servizio e il Direttore della Divisione risponde ai vertici dell’azienda”, spiega la Vice Presidente. A testimonianza della bontà del modello Pellegrini, ci sono i tanti clienti che nel tempo si sono affidati ai suoi servizi, nonostante il cambio generazionale di persone e manager: per esempio c’è chi come Nokia è cliente da 49 anni, oppure Siemens ‘fedele’ addirittura da 50.

Non è però solo il modello organizzativo la peculiarità di Pellegrini, bensì i suoi valori. “Puntiamo su fedeltà, onestà e correttezza”, riprende Valentina Pellegrini. Aspetti che non sono rivolti solo verso l’esterno, ma soprattutto verso il proprio interno. “Le persone che lavorano per noi non saranno mai numeri, ma sempre individui con le loro ambizioni”.

Inoltre l’azienda ha deciso di investire in modo deciso sulla crescita professionale dei propri dipendenti, sempre nell’ottica di offrire la massima qualità ai clienti finali. Ogni anno, infatti, Pellegrini mette a disposizione delle sue persone oltre 800 corsi di formazione e di aggiornamento: “È il nostro modo di creare attaccamento all’azienda e coltivare e far crescere al nostro interno i migliori elementi”.

L’intervista completa è stata pubblicata sul numero di Luglio-Agosto di Persone&Conoscenze.
Per informazioni sull’acquisto di copie e abbonamenti scrivi a daniela.bobbiese@este.it (tel. 02.91434400)

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano