manoukian dipendenti e impresa

Prima di farci volere bene dall’azienda impariamo a identificarci con l’impresa

, , ,

Per lavorare bene e star bene è cruciale che ci si identifichi, almeno in parte, con l’organizzazione e questo implica che l’organizzazione stessa sia in grado di riconoscere e ascoltare le persone, che riesca a valorizzare l’apporto che possono dare non solo a partire da quello che serve immediatamente all’azienda, ma anche da quello che ciascuno può ricercare ed esprimere.

franca olivetti manoukian
Franca Olivetti Manoukian, psicosociologa, è socia fondatrice dello Studio APS – Studio Analisi Psicosociologica. Da 30 anni svolge attività di formazione, consulenza organizzativa e ricerca, in particolare presso organizzazioni che producono servizi.

È questa la strada per tentare di costruire un benessere possibile nelle situazioni lavorative, in questo periodo storico, nel nostro Paese, esposte a tanti travagli? La risposta è sì, se si propone di richiamare quanto sia strategico mettere in primo piano i rapporti che collegano reciprocamente organizzazione e singoli, ricordando come comunque questi abbiano un peso centrale.

Non va dimenticato che, nelle organizzazioni che producono servizi (e le stesse aziende che producono beni non possono esimersi dall’erogare servizi ai propri clienti), il fattore centrale per la realizzazione della produzione e per il funzionamento organizzativo è costituito dal personale, la famosa personnel idea indicata con chiarezza ancora parecchi anni fa da Richard Norman.

Condivisione per ottenere benessere

È altresì importante tenere a mente che singoli e aziende sono collocati in un contesto sociale turbolento attraversato da disagi di ogni genere che inevitabilmente si riversano nelle vicende lavorative, disagi che a volte sono subìti più che capiti, non sono eliminabili, ma spesso vengono anche gestiti con modalità che li aggravano anziché contenerli. Perché sono così diffuse le domande di sicurezza, le richieste di avere certezze rispetto alle condizioni di vita e al proprio manoukian benessereassetto lavorativo presente e futuro?

Le famiglie e le persone si trovano al centro di pressioni contrastanti: da un lato si sentono oberate di compiti di mantenimento, accudimento, assistenza, educazione, di preoccupazioni per la salute, l’abitazione, il reddito; dall’altro sono continuamente richiamate allo star bene, all’essere felici e serene, ben collocate e disponibili anche a offrire volontariamente tempo ed energie per la collettività.

Due considerazioni andrebbero più chiaramente acquisite. Nel 2018, nel nostro Paese ciascuno di noi non può immaginare di essere pienamente felice. Lo ‘star bene’ o il ‘ben-essere’ è raggiungibile in modo parziale, per aspetti circoscritti e per tempi limitati. E, dall’altra parte, non si dà se non insieme con altri in un ambito relazionale aperto a scambi e condivisioni.

Non appare pertanto realistico, ma neppure auspicabile, chiedere all’impresa di garantire benessere (chiedendo in questo senso di ‘voler bene’ ai propri dipendenti), perché non sono soltanto le retribuzioni a migliorare definitivamente le condizioni di vita e perché un welfare di stampo paternalistico rischia di riservare privilegi comunque fragili e provvisori. Un contesto di vita positivo va costruito con la partecipazione di più attori coinvolti, istituzioni e cittadini, enti pubblici e aziende private, sindacati e scuole, servizi per la salute e associazioni di volontariato.

L’articolo completo di Franca Olivetti Manoukian è pubblicato sul numero di Febbraio/Marzo 2018 di Persone&Conoscenze.
Per informazioni sull’acquisto di copie e abbonamenti scrivi a daniela.bobbiese@este.it (tel. 02.91434419)


Franca Olivetti Manoukian

Psicosociologa, è socia fondatrice dello Studio APS – Studio Analisi Psicosociologica. Da 30 anni svolge attività di formazione, consulenza organizzativa e ricerca, in particolare presso organizzazioni che producono servizi.

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano