obblighi welfare

Prima dell’estate, scadenze e obblighi welfare

, ,

Insieme all’estate, sono in arrivo scadenze importanti per diverse aziende Italiane: obblighi welfare da rispettare e normative da seguire per non incorrere in sanzioni e affrontare le vacanze con tranquillità.

Il rinnovo del Contratto Nazionale Metalmeccanici, siglato alla fine del 2016 al termine di una vertenza durata oltre un anno, ha introdotto l’obbligo di corrispondere a ogni dipendente beni e servizi welfare del valore di 150 euro a partire da giugno 2018 (si trattava infatti di un corrispettivo 100 euro nel 2017 e arriverà a raddoppiare nel 2019).

Può essere definita un’intesa storica dal momento che, per la prima volta, il welfare aziendale si pone come elemento chiave nel rinnovo di contratti nazionali di categoria.

Così quello Metalmeccanico ha svolto la funzione di apripista, configurandosi di fatto come un modello innovativo per la contrattazione, nonché motivo di ispirazione per i rinnovi a seguire. Anche la proroga del Ccnl Telecomunicazioni, solo per l’anno 2018, infatti, prevede per tutte le aziende appartenenti alla categoria, a partire dal 1 luglio, l’erogazione tassativa di 120 euro di beni e servizi welfare ai propri collaboratori.

Nelly Bonfiglio
Nelly Bonfiglio

“Gli obblighi normativi vedono coinvolte numerose imprese sul territorio nazionale, a partire dalle PMI fino alle aziende di dimensioni maggiori”, dichiara Nelly Bonfiglio, Direttore Commerciale di Easy Welfare. “Dal nostro punto di vista, si tratta di un passo fondamentale nel campo del benessere organizzativo, dal momento che i lavoratori dei settori citati potranno beneficiare di diversi benefit: supporti concreti alla vita quotidiana che garantiscono una migliore conciliazione.”

Una vera e propria contaminazione welfare che sembra rappresentare un processo inesorabile, che chiama le aziende a giocare la propria parte nell’affiancare e nell’integrare un Welfare State in difficoltà: anche il Ccnl Fipe (Pubblici Esercizi, Ristorazione Collettiva e Commerciale e Turismo) impone la definizione di un accordo integrativo sul PdR fra il 2018 e il 2021 e, in mancanza di tale accordo, l’erogazione di un elemento economico di garanzia di 140 euro destinabile a servizi di welfare aziendale.

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano