Twitter LinkedIn YouTube E-mail
magnify
Home TIPOLOGIA NEWS |news| Bridge Partners: chi sono i primi ‘negotiation manager’ italiani?

|news| Bridge Partners: chi sono i primi ‘negotiation manager’ italiani?

Published on 31 luglio 2015

In Italia dal 10 giugno scorso sono quattro i negotiation manager ufficialmente certificati: Armando Meletti, General Manager Esmalglass S.p.A., leader mondiale nella produzione di fritte, smalti e colori ceramici; Roberto Mandolini, Senior Buyer in Vitrociset, società che opera dalla difesa alla sicurezza, dalla logistica ai trasporti, fino allo spazio e alle smart city; Sergio Cavallotto, Senior Buyer di Seat Pagine Gialle, la più grande concessionaria di pubblicità locale in Italia; e Pier Silverio Pedrelli, Marketing and Sales Director della Nier Soluzioni Informatiche, leader nel settore delle soluzioni informatiche.

img283396Alessandra Colonna, Managing Partner di Bridge Partners – unica società italiana a essere specializzata in negoziazione, il cui processo formativo costituisce uno dei requisiti per il riconoscimento della qualifica di negotiation manager da parte di CEPAS ossia l’ente certificatore delle Professionalità e della Formazione –, dichiara che “in Italia, con la legge n. 4/2013, si inizia ad avviare la creazione di un sistema di attestazione degli standard qualitativi delle prestazioni rese da professionisti (in Italia si stima oltre i 3 milioni) non organizzati in albi e ruoli, allo scopo di favorire la competitività del mercato del lavoro e istituire, al contempo, un sistema di garanzia del possesso di specifiche competenze a tutela delle aziende, dei consumatori e dei lavoratori. Nello specifico, proprio in chiave di rilancio della competitività del paese, la managerialità e il mercato del lavoro hanno bisogno di veri professionisti, le cui competenze manageriali, al pari se non di più di quelle tecniche, non siano più frutto di auto attribuzione, ma attestate da terzi su basi oggettive”.
CEPAS, organismo certificatore riconosciuto a livello nazionale, ha redatto uno schema di certificazione relativo alla figura del negotiation manager che, indipendentemente dal ruolo manageriale ricoperto in azienda, opera internamente e esternamente all’organizzazione come responsabile e coordinatore dei processi e delle attività negoziali, garantendone coerenza ed efficienza.
Come testimonia Pier Silverio Pedrelli, Marketing and Sales Director della Nier Soluzioni Informatiche, “anche dopo tanti anni di carriera professionale mi è sembrato estremamente utile un vero e proprio processo di certificazione da parte di un ente terzo. Questo mi ha permesso di rendermi conto della trasversalità e complessità della skill negoziale e dell’insufficienza degli strumenti negoziali che prima utilizzavo nel mio quotidiano. Certificarsi vuol dire aumentare la propria preparazione, dedicarsi a qualcosa in cui si crede, ancor più vero per le skill in ambito manageriale; ma soprattutto vedersi attestato un percorso professionale con il riconoscimento oggettivo delle proprie competenze. La certificazione è un passaggio di crescita e consapevolezza a favore della mia professionalità, ma ancor più della mia azienda”.
Precisa Alessandra Colonna: “L’improvvisazione non paga in nessuna attività manageriale. La capacità negoziale nello specifico, al pari dell’attività di cui è espressione, non può essere lasciata al caso, né a livello individuale, né di team, né aziendale. L’intuito, il talento e l’esperienza da soli non bastano: necessitano di un supporto da parte di un metodo. Inoltre, negoziare non è solo una attività individuale, ma un comportamento organizzativo che, se incoerente o inefficace, deprime produttività e benessere relazionale. Di qui la necessità che la competenza negoziale sia gestita da professionisti”.
Ma quali sono i vantaggi della certificazione da parte di CEPAS? Secondo Alessandra Colonna esiste una molteplicità di benefici “per il manager, l’azienda e il mercato del lavoro. Per il manager, il riconoscimento da parte di terzi, in maniera indipendente e su basi oggettive, delle proprie competenze negoziali acquisite nel corso degli anni con l’esperienza professionale è un segno distintivo importante. Per l’azienda, è uno strumento di motivazione, di sostegno alla crescita e di riconoscimento delle competenze di chi vi lavora, ma anche un chiaro messaggio verso l’esterno a rinforzo della propria brand reputation. In ultimo, per il mercato del lavoro, è una forma irrinunciabile di competitività e di garanzia”.

 

www.bridgepartners.it/negoziazione/capacita-negoziale-il-manager-della-negoziazione

 

 

 

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


7 + = 15

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

© ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - 20125 Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - EMAIL: info@este.it - P.I. 00729910158