Tag: voucher

, , ,

di Gaetano Veneto

Le più recenti vicende legislative e le iniziative del Governo in merito alla vicenda del voucher, con i loro riflessi sul sistema di relazioni industriali del nostro Paese –nel delicato momento che vede l’attuale Esecutivo, che ha appena superato i primi 100 giorni di vita, impegnato, dopo la firma di un incerto e labile documento di rinnovo, almeno di volontà, del Trattato di Roma dopo 60 anni di vita ondivaga– lasciano, se non esterrefatti, quando si consideri il contesto europeo, a sua volta impegnato a cercare nuovi equilibri (specie dopo la Brexit), almeno perplessi sulla navigazione, forse un po’ troppo a vista, dei reggitori del timone dello Stivale.

Leggi tutto >

, , ,

Considerati gli incentivi alla contrattazione di secondo livello nonché le agevolazioni fiscali, entrambi contenuti nella Legge di stabilità, il 2016 sembra essere l’anno del welfare! Quello privato, o aziendale, che dir si voglia. Grazie alle nuove regole stabilite dal Governo, le imprese avranno infatti la possibilità di contribuire al welfare attraverso il premio di risultato, fino a un massimo di 2.500 euro.
Asili nido, assistenza familiare, pacchetti benessere e ricreativi: sono questi alcuni dei benefit a disposizione dei dipendenti delle aziende di cui potranno godere tramite l’utilizzo dei voucher.

Leggi tutto >

, , , , , , , , ,

Dal 1 febbraio 2016 è disponibile sul sito dell’Inps la procedura telematica che permette alle madri lavoratrici di accedere al contributo economico – alternativo al congedo parentale – per l’acquisto di servizi di baby-sitting o per il pagamento dei servizi per l’infanzia.
Il bonus è rivolto a quelle mamme (dipendenti del settore pubblico o privato, parasubordinate o libere professioniste iscritte alla gestione separata Inps) che, terminato il periodo di congedo obbligatorio, rientrano subito al lavoro non avvalendosi della maternità facoltativa. Ammonta a un massimo di 600 euro al mese e può essere richiesto per un massimo di 6 mesi.

Leggi tutto >

, , , , , , , , , ,

La principale novità introdotta con la Legge di Stabilità 2016, appena approvata in via definitiva al Senato, è la creazione di uno strumento di welfare senza precedenti in Italia: il voucher per i servizi alla persona. Si tratta di un nuovo buono acquisto rivoluzionario e utilizzabile nell’ambito del welfare privato, in special modo in quello del welfare aziendale.
“Il voucher per i servizi alla persona è uno strumento che ha dimostrato di funzionare in modo straordinario in molti Paesi europei, tra cui spicca l’esempio francese. Da oggi l’Italia si allinea alle migliori esperienze di welfare aziendale europee”, afferma Andrea Keller, Amministratore Delegato di Edenred Italia.
In Francia il voucher è da tempo un efficace e diffuso strumento di remunerazione per servizi di cura, baby sitting e assistenza familiare nell’ambito degli accordi di welfare privato. Questo dispositivo ha portato benefici all’intero settore quali l’aumento del potere d’acquisto dei dipendenti, l’ottimizzazione dei costi per le aziende, l’emersione del lavoro nero nell’ambito del lavoro domestico, l’incentivo del lavoro femminile e delle politiche di work-life balance, nonché maggiori entrate per lo Stato. “Da oggi – continua Keller – tutto questo sarà possibile anche per l’Italia grazie all’introduzione del voucher previsto dalla Legge di Stabilità 2016”.
Edenred, l’inventore dei buoni Ticket Restaurant®, grazie alla lunga esperienza maturata in Francia con Ticket CESU e nel Regno Unito con il servizio Childcare Voucher, grazie alle novità legislative previste nella Legge di Stabilità 2016, lancerà a breve il nuovo Ticket Welfare®: il voucher destinato ai piani di welfare aziendale che darà accesso a un ampio range di servizi alla persona.
L’obiettivo concreto è dare vita a un sistema di welfare privato sostenibile, moderno ed equo, attraverso il coinvolgimento delle aziende e la valorizzazione della relazione con il dipendente. I numeri confermano la valenza straordinaria dell’innovazione e Ticket Welfare® ha un impatto potenzialmente dirompente sugli aspetti chiave dell’economia italiana.

Leggi tutto >

© 2017 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 info@fabbricafuturo.it - P.I. 00729910158