Tag: relazioni industriali

, , ,

Premetto che l’analisi più critica sulle relazioni sindacali non deve offuscare il diritto di chi lavora a difendere i propri diritti. Quando, nei talk show o sulla stampa, vedo descritte condizioni di lavoro che rasentano la schiavitù, pretenderei che si fosse circostanziati e si chiamassero con nome e cognome questi datori di lavoro. Altrimenti il rischio concreto è quello di creare una patina opaca e negativa sull’impresa e su chi la dirige.

Leggi tutto >

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Di Valentina Casali

Dopo il successo di Milano, il Convivio di Persone&Conoscenze, il più grande appuntamento dedicato ai temi HR organizzato dalla casa editrice Este, ha fatto tappa a Roma. Come a Milano, i temi al centro dell’evento sono stati il cambiamento organizzativo, divenuto una costante da saper gestire, le ultime riforme del mercato del lavoro, la concertazione, la formazione, le tecnologie, sempre più centrali per chi gestisce le persone nelle organizzazioni.
La mattina ha visto succedersi manager, esponenti del Governo ed esperti che, in plenaria, hanno fatto le loro riflessioni su temi strategici per la Direzione del Personale; durante il pomeriggio si sono svolte quattro sessioni parallele – Formazione, Sviluppo, Smart Working e Benessere Organizzativo, Tecnologie per l’HR – e alcuni laboratori tematici organizzati dalle aziende sponsor.

Leggi tutto >

, , ,

Di Lauro Venturi

A fine anno concludo un’esperienza professionale molto importante.

A ottobre 2010 venni nominato commissario straordinario di CNA Milano Monza e Brianza, che versava in unagravissima situazione.

Poiché penso che CNA sia conosciuta in misura inferiore alla sua reale consistenza, segnalo solamente tre dati: 670.000imprenditori associati, poco meno di 10.000 dipendenti e 128 sedi in tutta Italia.

Leggi tutto >

, , , , , , , ,

a cura di Daniela Rimicci

Anche nel pieno della crisi del Paese, per fortuna, ci sono aziende che nascono e si mantengono sane. 1073 persone sparse sul territorio italiano con una media sotto i 31 anni, di cui il 47% donne e 60% al centro sud. Questi i dati di una start up con cui ci siamo confrontati. Essere un’impresa giovane significa opportunità per costruire da zero progetti per i ‘clienti interni’. Come si struttura un piano di welfare in un’azienda di questo tipo? Quali i dettagli del progetto? Quali i risultati?

Leggi tutto >

© 2017 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 info@fabbricafuturo.it - P.I. 00729910158