Tag: lavoro femminile

il valore del femminile nelle organizzazioni

, ,

In questo contesto così profondamente mutato e instabile, di fronte alla precarietà dei progetti di lavoro come dei progetti di vita, ogni distinzione di ruolo o di condizione tra uomini e donne sembra perdere di significato.

Nell’impresa, forse prima e più che nella società e nelle nuove famiglie estese, comincia finalmente a tramontare la percezione di un’identità di genere. Perché al di là di ogni differenza di sesso, età, razza o religione c’è innanzitutto bisogno di identità personale: di individui –uomini o donne– capaci di guidare se stessi e di accogliere l’incertezza e la sfida. Che siano padri e madri insieme nell’agire quotidiano, in famiglia come nel lavoro. Leggi tutto >

, , ,

È un dato di fatto che in Italia gli impegni familiari ricadano soprattutto sulle spalle delle donne.

Come può il welfare aziendale sostenere e aiutare le donne manager nella conciliazione dei tempi di lavoro con quelli dell’impegno familiare e privato? Questa la domanda di fondo che si è posta l’indagine Manageritalia‐Edenred 2017 realizzata da AstraRicerche.

Il 92% delle donne manager intervistate conferma che gli impegni familiari costituiscono un impegno gravoso. Il 37% lo considera addirittura molto gravoso e solo l’1% non avverte il peso di tale impegno. Leggi tutto >

Crown World Mobility

, , ,

Mentre l’Istat annuncia a gran voce che il tasso di occupazione femminile ha raggiunto la punta storica del 49,1% (ma in Europa siamo penultimi, seguiti solo dalla Grecia), Persone&Conoscenze parla di loro, le donne al lavoro. Quelle che stanno pedalando su una bicicletta un po’ sgangherata, ma che ce la mettono tutta per restare in corsa e non finire a guardare la gara da spettatrici, magari tenendo per mano i figli. Leggi tutto >

, , , , , , , , , ,

Libro – di Carlo De Paoli –

Viola studia. Viola impara. Viola lavora, fa amicizie, fa stage. Viola fa la valigia e parte, poi torna, sale uno a uno i gradini che portano dall’università al lavoro. Esperienze di vita e impieghi che la fanno crescere. Di gradini ne sale molti, poi scivola e cade, anche se non per colpa sua.
Ma non cede. Si rialza, si cura le ferite e riparte più forte e più attrezzata. Alla fine punta al lavoro che non aveva mai nemmeno osato sognare: non “il posto” tanto caro alla tradizione italica, ma una fantastica opportunità di carriera con un futuro ancora tutto da scrivere.
La storia di Viola, giovane di oggi che non trascina con sé i difetti di ieri ma possiede le competenze che saranno obbligatorie in un domani già cominciato, è un romanzo ma anche una lezione di vita. Dimostra come trovare la propria strada non sia impossibile, anche in questa Italia dove la crisi sta mangiando le speranze di tanti ragazzi e ne condanna alla disoccupazione uno su tre.
Viola dimostra che trovare un proprio spazio non è scontato, ma riuscirci è possibile. Grazie alla formazione, alla volontà di mettersi in gioco, a un impegno costante e alla consapevolezza che trovare un lavoro è già un lavoro. E grazie a un mercato che (lentamente) sta cambiando e comincia a premiare il merito. Un libro che non indica “la” strada, ma una direzione verso la crescita personale. “Mentre penso a tutto il tempo che avrei potuto impiegare meglio nella mia vita per prepararmi a questo giorno, lo sguardo mi cade sulla gonna…” Leggi tutto >

  • 1
  • 2
  • 4

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano