Tag: comunicazione

, , , , , , , , ,

Le aziende sono fatte di uomini e donne che formano una comunità. Alla base di tutto ci deve essere cooperazione se si vogliono ottenere risultati determinanti. È per questo che sono considerati fondamentali elementi come lo spirito di appartenenza a un team e il gioco di squadra. Soprattutto in periodi di crisi in cui si richiedono grandi cambiamenti e nuovi interventi, bisogna puntare su questi obiettivi. Leggi tutto >

, , , , , , ,

Parlare di sé tra riunioni e colloqui – di Livio Macchioro – 

La leadership? E’ una conversazione. Prosegue la serie di post dedicati all’azienda collaborativa e al modo in cui percorsi dialogici modificano i processi funzionali e la leadership all’interno delle organizzazioni. La Harvard Business Review pubblica i risultati di una ricerca condotta per individuare un nuovo modello di leadership. Emerge la consapevolezza che l’approccio dirigista e top down sia ormai largamente superato. Tutti i managers cercano di sviluppare un approccio conversazionale all’interno della propria organizzazione come strumento di leadership.
Qual è il vantaggio principale che emerge da questa pratica definita ‘conversazione organizzativa’? Il modello conversazionale permette così alle aziende di coinvolgere e motivare maggiormente i propri collaboratori, di fare ricorso all’intelligenza collettiva, assicurare un maggiore allineamento strategico e sviluppare la flessibilità operativa. Quattro gli elementi chiave della conversazione organizzativa: intimità (ridurre le distanze), interattività (riconoscere l’importanza dell’ascolto), inclusione (far sentire tutti parte della stessa organizzazione e di un disegno comune) e intenzionalità (definire scopi condivisibili che contribuiscano a unire gli sforzi di tutti). (Alessandro Santambrogio −da flow, il blog di Liquid− posted on 28/05/2012) Leggi tutto >

, , , , , , , , , , , , ,

FOCUS: STRUMENTI IT PER L’HR

Confrontandoci con alcuni dei maggiori vendor di tecnologie e servizi a supporto delle divisioni Hr sono emerse le esigenze più ‘immediate’ delle direzioni del personale che la tecnologia deve soddisfare, portando un valore aggiunto in un mercato in continua evoluzione.

La parola a Cezanne HR

Francesco Minichini, Product Manager Italy, ci spiega il punto di vista Cezanne HR: “In primo luogo, pensiamo sia necessario affiancare alle componenti più tradizionali −amministrazione di informazioni legate a persone e organizzazione, assenze, formazione, valutazione delle prestazioni, reportistica, scadenziari− anche un innovativo approccio ‘social’ alla gestione Hr, uno spazio dinamico dove proporre argomenti di discussione e condividere documenti aziendali, commenti, pagine e link con i dipendenti.
Anche all’interno delle soluzioni Hr occorre oggi enfatizzare relazioni e meccanismi di comunicazione tra dipendenti e azienda. Questo è essenziale per snellire e semplificare i processi più burocratici e ottimizzare la capacità degli attori aziendali di condividere le informazioni. La diffusione dei social network e device mobili anche a livello enterprise ha reso possibile lo sviluppo di piattaforme Hr sempre meno specialistiche e più ricche di funzionalità che possono essere utilizzate da tutta l’organizzazione, favorendo così un alto livello di collaborazione e un’efficace circolazione delle informazioni”. Leggi tutto >

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

di Lucia Landi

Scritto più di 2000 anni fa, L’arte della guerra è un manuale per il generale che aspira all’eccellenza, ma è anche un testo fondamentale per ogni uomo che aspiri a fare il salto di qualità nelle proprie relazioni, lavorative o personali. Da alcuni anni tali insegnamenti sono stati studiati e interpretati a servizio dei manager e di coloro che sono chiamati a decidere la sorte delle imprese e delle risorse aziendali, che vogliono vincere ed essere consapevoli delle proprie armi e potenzialità. Alcuni insegnamenti fondamentali di quest’opera ne fanno una pietra miliare, guida assolutamente moderna: la razionalità lucida con cui esaminare i mezzi e i fini della strategia; la lungimiranza con cui valutare e adottare le decisioni, l’adattabilità alle mutevoli condizioni dell’ambiente esterno. L’insegnamento che colpisce è: la vittoria non è una vittoria a tutti i costi. È necessario bilanciare esigenze, valutare e mediare. Siamo nell’epoca della ‘win win solution’: può capitare che per vincere entrambi tutti rinuncino a qualcosa, per ottenere −apparentemente− meno di quanto prefissato. Un’azienda sarà vincente se tutte le abilità, competenze, conoscenze saranno messe a fattor comune e a beneficio di molti, perché le battaglie non si combattono e, soprattutto, non si vincono da soli. Leggi tutto >

  • 1
  • 2

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2019 ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - segreteria@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano

Trovi interessanti i nostri articoli?

Seguici e resta informato!