nuove assunzioni Infojobs

Nuove assunzioni ed employer branding, le priorità della funzione Hr per il 2018

, ,

Le piazze fisiche e virtuali in cui si incontrano domanda e offerta di lavoro forniscono dati significativi sull’andamento dell’economia e sullo stato di benessere di un paese.
A conclusione di un 2017 che ha mostrato qualche scintilla di speranza per la ripresa del mercato del lavoro, InfoJobs, piattaforma di reclutamento online n. 1 in Italia, comunica i confortanti risultati di un’indagine relativa ai trend del mercato della ricerca e selezione per il 2018.

trend 2018La ricerca, svolta su un campione rappresentativo di aziende iscritte al portale, punta a fotografare i propositi e le intenzioni delle imprese per il nuovo anno per quanto riguarda nuove assunzioni, obiettivi strategici della funzione Hr e individua i principali trend emergenti relativi all’evoluzione del mercato del lavoro.

Le grandi imprese in particolare si dicono orientate a nuove assunzioni per il 2018: l’86,2% di esse ha infatti in previsione un significativo programma di recruiting e il 42,8% segnala un incremento particolarmente elevato di assunzioni.

Oltre due terzi degli intervistati dichiara fondamentale come supporto per la ripresa dell’occupazione il contributo da parte delle istituzioni attraverso l’introduzione di incentivi che incidano positivamente sul costo del lavoro, riducendo per esempio il livello di tassazione e promuovendo l’assunzione di nuovi lavoratori.

Trattenere i talenti e garantirne il benessere è certamente una priorità segnalata dalle aziende che, tra le misure utili al supporto delle strategie di employer branding, dichiarano di voler investire sulla creazione di un ambiente lavorativo che sia stimolante per la popolazione aziendale (61,2%) e che garantisca percorsi di carriera interna (55,1%).
Le piccole imprese segnalano in particolare di voler investire in percorsi di formazione continua e aggiornamento del personale, per garantire lo sviluppo delle competenze necessarie per i cambiamenti di business.
Altre leve utili per l’attrazione dei talenti sono il ricorso a benefit aziendali (20,4%) e la possibilità di lavorare in modalità Smart working (18,4%).

aumento assunzioniIn tema di benefit viene segnalato un notevole interesse delle imprese per l’implementazione di pratiche di Welfare aziendale a supporto della conciliazione vita-lavoro dei propri dipendenti. Le aziende si augurano anche in questo caso che siano varati interventi legislativi che continuino ad agevolare le misure legate alla contrattazione di secondo livello.

Particolare attenzione viene rivolta anche al tema dell’inclusione, che per il 7,8% degli intervistati rappresenta un argomento caldo nell’agenda 2018: i propositi delle imprese sono quelli di ridurre il gender gap garantendo presenza femminile nei principali ruoli aziendali e di allineare i salari, eliminando le disparità di genere.

“La nostra ricerca ha messo in evidenza come le aziende credano nella ripresa economica del Paese e siano pronte a investire nella ricerca di talenti in grado di contribuire allo sviluppo e al successo delle imprese” commenta Melany Libraro, CEO Schibsted Italy (Subito, InfoJobs, Pagomeno). “La Manovra proposta per il 2018, con i suoi incentivi per l’assunzione di under 35 e il sostegno al welfare aziendale, sembra venire incontro alla necessità delle aziende di puntare sulla competitività attraverso l’assunzione e la retention di talenti qualificati. Inoltre, la crescente consapevolezza dell’importanza della rete per l’employer branding e la ricerca, pone InfoJobs come vetrina posizionante e partner privilegiato per favorire un corretto matching tra domanda e offerta di lavoro”.  

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano