|news| Docebo: 5 punti per scegliere la piattaforma e-learning perfetta

, , ,

Oggi le aziende, grandi o piccole che siano, si devono necessariamente confrontare con l’esigenza di erogare formazione ai propri dipendenti. Per assolvere a questa necessità (che si divide equamente fra obbligo di legge e asset strategico per competere sul mercato) aziende e organizzazioni devono adottare una piattaforma e-learning (altrimenti detta learning management system), ovvero un software in grado di erogare, tracciare e certificare processi di formazione a distanza, anche integrandoli con sessioni d’aula in programmi di formazione ‘blended’.

Ma come scegliere la piattaforma e-learning ideale? Ecco alcuni consigli da seguire per ottenere ciò che realmente serve, quando serve, ottimizzando al massimo i costi.

 

1. Quale tecnologia? Il futuro è Cloud e SaaS

Una prima decisione, assolutamente strategica, va presa in merito alla tecnologia che si intende adottare. In questo senso, le più moderne tendenze spingono verso un impiego sempre più massiccio della tecnologia cloud, che −superate le ormai anacronistiche obiezioni relativa alla ‘sicurezza’− offre indiscussi vantaggi quali una totale scalabilità della potenza di calcolo e tempi di deployment estremamente ridotti. Grazie all’approccio SaaS (Software as a Service) le aziende possono accedere alla propria piattaforma e-learning direttamente online, tramite un normale browser, senza scaricare alcun file e senza mai doversi preoccupare degli aggiornamenti. Senza aspettare mesi, è possibile avviare progetti e-learning in pochi giorni, integrati ed efficienti.

 

2. Quanti utenti devo formare?

Caratteristica intrinseca dei progetti di formazione è la variabilità del numero di utenti che è necessario formare nel tempo. Alcuni progetti prevedono la formazione di un gran numero di utenti in un ristretto periodo temporale, mentre altri sono più continuativi e coinvolgono un numero incredibilmente mutevole di persone. Come fare, dunque, per avere un prodotto sempre adeguato alle proprie esigenze? Anche in questo caso, rivolgendosi a piattaforme e-learning su Cloud in SaaS, le aziende possono gestire in maniera totalmente autonoma il numero di utenti coinvolti nella formazione, dimensionando la piattaforma in base ai piani-utente disponibili e pagando sempre (e solo!) per ciò che hanno realmente bisogno.

 

3. Tante funzioni, o semplicità di utilizzo?

Altro punto strategico da considerare al momento dell’adozione di una piattaforma e-learning è il numero di funzioni disponibili, rapportato però alla semplicità di utilizzo dello strumento. Due caratteristiche che devono andare di pari passo per garantire un progetto formativo di successo. Le più moderne piattaforme e-learning hanno adottato un approccio in grado di coniugare funzionalità e semplicità d’uso: dalla struttura modulare, queste piattaforme offrono un servizio ‘base’ intuitivo e semplice da utilizzare (oltre che economico), che può essere via via ampliato con ulteriori funzioni −quando e se necessario− da aggiungere anche singolarmente. In questo modo, il progetto e-learning può essere fatto crescere progressivamente, mantenendo sotto controllo i costi, sempre commisurati alle effettive feature di cui l’azienda ha bisogno.

 

4. Come integro la formazione con i processi HR?

Una piattaforma elearning SaaS non è sinonimo di ‘piccolo’ progetto di formazione, anzi. La natura di queste piattaforme consente infatti inedite possibilità di integrazione fra i processi di formazione e quelli di HR, con il learning management system che diventa nodo centrale di tutti i processi legati alle risorse umane: recruiting, talent & workforce management, ma anche procedure di assessment. Integrare applicazioni e sistemi in modo progressivo aiuta l’azienda a dimensionare il progetto in maniera controllata, aggiungendo aree funzionali quando serve e dove serve, acquisendo nel tempo un vero e proprio ecosistema sinergico dove ogni applicazione lavora in perfetta sincronia con le altre.

 

5. Di chi mi posso fidare?

Ultimo, ma non meno importante, aspetto da considerare è infine il vendor stesso, cioè l’azienda che vi fornisce il servizio. Chi è? Da quanto è presente sul mercato? Quali clienti hanno già deciso utilizzare il suo prodotto? Quali riconoscimenti ha ottenuto? Queste informazioni sono generalmente reperibili sul sito ufficiale dell’azienda, ma anche una ricerca in Rete può essere molto utile. Perché sia fondamentale affidarsi ad un’azienda seria e robusta è presto detto: tale azienda sarà il vostro partner nella creazione del progetto e-learning, e avrà il compito di supportarvi nelle fasi di deployment, offrendo supporto tecnico laddove necessario. Cercate dunque un vero partner di fiducia, e non un semplice fornitore!

 

La storia di Docebo

Docebo è una piattaforma e-learning sviluppata da un’azienda di origine italiana, presente nel nostro paese con 2 sedi e decine di clienti. La sua piattaforma e-learning, 100% cloud, espandibile con decine di App e nella top3 mondiale degli LMS B2B, è fornita come servizio ad aziende e organizzazioni, che possono usarla gratuitamente per 14 giorni. In questo periodo viene fornito un servizio di assistenza tecnica gratuito, in modo che le aziende possano comprendere al meglio i benefici di formazione a distanza integrata. Per maggiori informazioni, e per attivare una prova gratuita della piattaforma, è possibile visitare il sito ufficiale in italiano di Docebo.

www.docebo.com

 

Lascia un commento

© 2017 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 info@fabbricafuturo.it - P.I. 00729910158