Manager senza galloni

, ,

In cerca d’autore: recensioni di libri da scrivere. La rubrica che state leggendo si propone di promuovere la ricerca di autori disponibili a redigere materialmente, e firmare, libri sostanzialmente già progettati nei loro contenuti, e inconsciamente attesi dal grande pubblico.

Presentiamo oggi il saggio Manager senza galloni: un tentativo di rappresentare la condizione manageriale in tempo di crisi, anche in taluni aspetti critici dimenticati o volutamente elusi. Questo interessante saggio prende spunto dalla ricorrente denuncia, da parte delle principali associazioni dei dirigenti (Manageritalia, Federmanager, ecc.) che le aziende non assumono più ‘manager’: tendenza che si traduce una perdita di opportunità, impoverimento di risorse che riduce la competitività e così via. Il tutto corredato da statistiche, sondaggi, interviste che evidenziano −con particolare acutezza− come il fenomeno assuma particolare gravità nelle PMI. Il testo individua con lucidità, evitando ogni rischio di letture ideologiche o di parte, tutti i fattori in gioco implicati in questa complessa questione.

Vengono quindi trattati, in chiari e sintetici capitoli, i seguenti temi:

  • i metodi di indagini e le posizioni culturali prevalenti, che considerano manager solo le persone inquadrate contrattualmente come ‘dirigente’, sembrano inadeguate a esaurire la reale casistica;
  •  sembra che non si tenga conto, nelle statistiche e nelle rilevazioni, che molti manager, dopo aver perso lo status contrattuale, trovano ricollocazione sempre con mansioni direttive, ma con rapporti di lavoro impiegatizi (se sono fortunati), contratti a progetto oppure incarichi a partita IVA;
  •  viene conseguentemente portato in evidenza il fenomeno del ‘manager di fatto’ (o ‘manager in pectore’) in contrapposizione al ‘manager di diritto’ o ‘manager gallonato’: due situazioni tra le quali esiste una forbice sempre più ampia;
  • viene quindi avanzata l’ipotesi provocatoria che i manager di fatto risultino, tra l’altro, mediamente più efficaci e professionali dei manager con inquadramento dirigenziale; questo, nonostante il fatto che la loro capacità direttiva sia spesso condizionata dall’assenza di adeguata legittimazione formale. Si tratta di una contraddizione che potrebbe essere oggetto di maggiore approfondimento;
  •  l’autore prende inoltre in considerazione un’ulteriore rilevante area border: gli ex manager che svolgono attività di contenuto misto consulenziale-direzionale. Manager con incarico di consulenza, ma che svolgono anche un ruolo di indirizzo operativo, guidando riunioni di direzione, supportando l’impostazione delle linee strategiche, mediando i conflitti tra le funzioni aziendali. Grosso limite di tali situazioni è il mancato inserimento di tali persone nell’organizzazione ufficiale, pur svolgendo spesso il medesimo ruolo che ricoprivano quando avevano il ‘titolo’.

Esiste quindi un ampio ‘sommerso’ anche per le funzioni direttive. Le indagini e le statistiche non lo intercettano perché sondaggi e ricerche sono effettuate da due tipologie di soggetti: da un lato le associazioni di dirigenti, preoccupate dalla perdita di iscritti e conseguenti squilibri finanziari e perdita di peso politico causa i fenomeni illustrati in questo saggio; oppure da altri enti collegati al settore pubblico, in entrambi i casi si tratta di soggetti che non hanno la sensibilità, le competenze, oppure l’interesse a cogliere il fenomeno in tutti i suoi fattori.

L’autore, a conclusione, auspica che le associazioni rappresentative dei dirigenti arrivino a cogliere, anche nel proprio interesse, la rilevanza di questa fascia di ‘manger sommersi’, e si adoperino a individuare strumenti e proposte per coinvolgerli e supportarli nelle loro specifiche problematiche.

Il libro è già pronto nei suoi contenuti. Si tratta solo di trovare qualcuno disposto a scriverlo. I fondi per la pubblicazione sono messi a disposizione dalla prestigiosa Fondazione O.B.A.M.A. (Organization, Business, And Management Archives) nell’ambito del progetto Yes We Can.

Le candidature, dovranno essere inviate a: Dream Pubblications – Via del Binario 9 e ¾, Lilliput.

Lascia un commento

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano