mobilità crowne

Le 10 tendenze 2018 della mobilità globale del personale

, , ,

Crown World Mobility ha recentemente lanciato la sua relazione Tendenze 2018 della Mobilità Globale del Personale. In un anno definito da molte persone come un anno di crescita economica globale e di incertezza geopolitica, questo white paper è una delle relazioni sulle tendenze più attese dai leader aziendali, dalle risorse umane, dai manager e dai dirigenti interessati alla mobilità globale che si preparano per il nuovo anno.

mobilità internazionale“Quest’anno ci aspettiamo che i Millennial esercitino un’influenza ancora maggiore sulle tendenze della mobilità”, ha affermato Francisco Schenone, Direttore Generale di Crown Worldwide srl in Italia: “Probabilmente i talenti non sono mai stati tanto mobili a livello globale come oggi e i millennial sono desiderosi di fare delle esperienze internazionali.

I trasferimenti low-cost all’insegna dell’avventura e i trasferimenti fai da te stanno acquisendo una crescente popolarità. Infatti, ora oltre la metà (52%) delle aziende dispone di politiche per trasferimenti avviati dai dipendenti.

Allo stesso tempo i datori di lavoro devono pensare a come affrontare i rischi e le opportunità offerte dalle nuove tecnologie e dai trasferimenti fai da te, come nel caso di offerte di viaggio online non regolate (Airbnb o Uber) da una parte, e i benefici potenziali dell’analisi dei dati dall’altra.”

Crown World Mobility illustra le 10 tendenze chiave di quest’anno:

1-Nuovo focus sul partner accompagnatore

Già cosa comune in Europa, la doppia carriera è una delle nuove tendenze globali di quest’anno. Oltre a ciò si rileva un incremento di partner maschi nel ruolo di accompagnatori con un aumento delle donne in posizioni dirigenziali.

Ciò significa che le aziende devono rivedere i loro programmi di supporto in passato intesi per le donne accompagnatrici e ideare nuove soluzioni creative come offrire possibilità di lavoro locali e diverse reti di comunità di colleghi concepite per i maschi.

2-ROI della mobilità

Quest’anno assisteremo a un maggior dibattito e movimento attorno al ROI della mobilità. Ci si attende un allontanamento dalle politiche con soluzione universale, con nuove misure ROI che comprendono una selezione su misura delle priorità aziendali, degli obiettivi aziendali funzionali e le priorità dei dipendenti.

3-Indennità forfettarie e in contanti in aumento

Perché? I millennial a inizio carriera potrebbero accettare i trasferimenti low-cost con maggiore flessibilità e i datori di lavoro sono entusiasti di concentrarsi sull’esperienza complessiva del dipendente.

4-Mobilità diversificata 2.0

La diversità e l’inclusione (D&I) stanno diventando sempre più importanti per le aziende internazionali. Le organizzazioni con una forte cultura D&I stanno riponendo maggiore enfasi sulla diversità nella mobilità e la relazione prevede una maggiore idoneità e flessibilità nelle politiche per raggiungere gli obiettivi di diversità, come rendere più solide le politiche per le famiglie divise al fine di supportare le famiglie dello stesso sesso o le famiglie con doppia carriera.

5-Duty of care, gestione dei rischi e benessere degli assegnatari

Una tendenza chiave da tenere sott’occhio è la proliferazione di opzioni di viaggio online come Airbnb, Uber o Kayak. Mentre le aziende solitamente incoraggiano i dipendenti a utilizzare i sistemi aziendali per viaggiare o trasferirsi, il viaggio fai da te è in crescita e soprattutto i Millennial potrebbero considerare interessanti queste opzioni online o quelle low-cost. I datori di lavoro devono aggiornare le loro politiche di mobilità e la comunicazione con i dipendenti per ridurre i rischi associati a scelte non regolate. Le aziende, oltre a introdurre fasi di gestione dei rischi, come la tecnologia per la tracciabilità dei viaggi e nuove misure di sicurezza, stanno investendo sempre di più in programmi per la salute e il benessere dei dipendenti, che possono ridurre lo stress e aumentare la produttività.

6-Mobilità intelligente

Quanto tempo dopo il trasferimento i dipendenti sono pronti per il nuovo lavoro? Se aumentiamo il numero delle donne assegnate, anche la nostra futura pipeline della leadership presenterà un numero maggiore di donne? Ora possiamo affrontare questo tipo di domande critiche per le aziende utilizzando l’analisi dei dati.

7-Le modifiche della normativa fiscale statunitense non sono solo una questione domestica, bensì influiscono anche sulle politiche

Proprio come la Brexit, le modifiche della normativa fiscale statunitense non sono solo una questione domestica. Ci si attende che l’eliminazione della detrazione per certe spese inerenti al trasferimento provocherà delle modifiche nelle politiche, per esempio un maggior numero di organizzazioni potrebbe proporre delle somme forfettarie per le spese di trasferimento oppure prediligere le assegnazioni a breve termine piuttosto che quelle a lungo termine.

8-Trasferimenti avviati dai dipendenti

Probabilmente i talenti non sono mai stati tanto mobili a livello globale come oggi e i Millennial sono desiderosi di fare delle esperienze internazionali. I trasferimenti low-cost all’insegna dell’avventura stanno acquisendo una crescente popolarità. Infatti, oltre la metà (52%) delle aziende dispone di politiche di trasferimenti avviati dai dipendenti.

9-Contenimento dei costi

Come si ottiene il contenimento dei costi nel 2018? Sempre più datori di lavoro ricorrono a politiche flessibili e affrontano in modo creativo lo sviluppo di politiche allineate con la cultura aziendale e alternative alle spedizioni degli articoli domestici per le assegnazioni a lungo termine. Le organizzazioni devono trovare un compromesso tra il contenimento dei costi e l’accettazione delle assegnazioni e la soddisfazione dei dipendenti.

10-Rimpatrio

Mentre l’87% delle aziende si occupa del rimpatrio nelle proprie politiche (l’82% nel 2015), solo il 9% tratta questioni come le Riunioni integrative per il rimpatrio e altro supporto per il ROI degli incarichi internazionali. Quest’anno il dibattito aumenterà e le aziende più creative concentrate sulla mobilità dei talenti aiuteranno a ristrutturare questa fase storicamente meno sviluppate del programma di assegnazione internazionale.

È tradizione di Crown World Mobility dare evidenza agli eventi e ai cambiamenti a livello mondale che influenzano l’ambiente aziendale e come i dipendenti, i datori di lavoro e gli strumenti cambiano per affrontare nuove sfide. È da questa riflessione che nasce l’elenco annuale delle tendenze.

Francisco Schenone conclude: “Le tendenze 2018 della mobilità di Crown World Mobility ispireranno un modo di pensare innovativo e soluzioni creative non solo per l’industria di mobilità globale, bensì anche per qualsiasi leader aziendale interessato ai talenti globali e alle strategie legate alle persone”.

Scarica la relazione Tendenze 2018 della mobilità globale a questo link 

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano