Jobrapido

Jobrapido, quando la ricerca di lavoro diventa 4.0

, , ,

Rob Brouwer, Jobrapido
Robert Jan Cornelis Brouwer, CEO di Jobrapido

Se parliamo di “tassonomia” il nostro primo pensiero va Carlo Linneo, il naturalista svedese che per primo aveva cominciato l’opera di classificazione delle specie animali e vegetali secondo le loro caratteristiche condivise. Questa disciplina, che nel suo significato più generale si occupa proprio della scienza di classificare, nel tempo ha avuto le più disparate applicazioni, ma oggi trova terreno fertile nel mondo della Ricerca e Selezione e lo fa grazie a Jobrapido.

È proprio la tassonomia, assieme a innovativi algoritmi di Intelligenza Artificiale e Machine Learning, a costituire il cardine dell’innovativo Smart Intuition Technology, il nuovo strumento, sviluppato dalla società fondata in Italia nel 2006, per potenziare fino al 120% le possibilità di matching di successo tra gli utenti del portale e i recruiter.

“La nostra mission è sempre stata fornire un servizio d’eccellenza sia ai candidati sia alle aziende, applicando i migliori strumenti per la ricerca di impiego. Abbiamo quindi lavorato per sopperire a uno dei più grandi problemi che affliggono il mercato del recruiting: il mismatching tra chi cerca lavoro e chi lo offre. Per questo abbiamo deciso di dare vita a questa soluzione”, afferma il CEO Robert Jan Cornelis Brouwer.

L’applicazione ‘sul campo’

Ma come si concretizza l’applicazione della Smart Intuition Technology all’interno del portale?

Jean-Pierre Rabbath, Jobrapido
Jean-Pierre Rabbath

Come ci racconta Jean Pierre Rabbath, Chief Product Officer e VP of Analytics dell’azienda, nonché vero e proprio Deus ex machina nel campo della gestione dei dati, il processo parte direttamente dall’azione del jobseeker. Nei motori di ricerca attuali, basati sul Keyword Matching, questi vanno a elaborare solo i risultati con la parola chiave (Account Manager, HR Manager…) o, al più, dei suoi sinonimi.

“In questo modo domanda e offerta di lavoro perdono numerose opportunità di incontrarsi, perché non vengono segnalati gli annunci relativi a posizioni che spesso richiedono le stesse competenze di quelli ricercati”.

Al contrario grazie a Smart Intuition Technology: “impariamo a conoscere gli interessi del jobseeker e li mettiamo in relazione, utilizzando anche delle categorie tassonomiche lavorative, con la serie più completa di offerte in target con la sua ricerca, rendendo più facile ed efficace il match”, continua Rabbath.

Rimarca l’importanza della svolta in atto anche Filippo Meraldi, Vice President Digital Marketing di Jobrapido: “Questa nuova tecnologia è applicata a tutti gli stadi dell’esperienza di ricerca, aumentando il traffico rilevante, profilando in modo più efficace la community e potenziando l’esperienza di ricerca da parte dell’utente”.

Filippo Meraldi, Jobrapido
Filippo Meraldi

In un periodo storico in cui fenomeni come Digital transformation e AI stanno incidendo profondamente sul mondo del lavoro, e da alcuni vengono visti con sospetto se non addirittura con timore, la Smart Intuition Technology emerge, invece, come una dimostrazione delle potenzialità di queste innovazioni nell’accrescere l’efficienza dei processi anche e soprattutto nel mondo del lavoro.

“La galassia recruiting non aveva inizialmente ‘tenuto traccia’ dei trend digitali come altri settori, racconta Meraldi. Oggi, grazie anche alle innovazioni sviluppate internamente da un team di informatici in gran parte italiano, Jobrapido ne abbraccia appieno i benefici, conferma la sua volontà di essere abilitatore del cambiamento e, allo stesso tempo, va a perfezionare ancora di più le sue capacità di fornire il matching perfetto a utenti e aziende.

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano