cacciatore teste

Il mestiere del Cacciatore di Teste

, , ,

Quando mi è stato chiesto di scrivere la prefazione a un libro (per di più un diario) sul mestiere di Head Hunter, mi sono chiesto se fossi la persona adatta e cosa avrei potuto aggiungere di interessante a una materia che per gli addetti al mestiere è pane quotidiano.

Leggi l’estratto del libro Diario di un Cacciatore di Teste di Gabriele Ghini

Ma poi ho pensato che essere la persona adatta a un ruolo è il dubbio che mi assale da quando ho cominciato a lavorare nel mondo delle organizzazioni aziendali e non, 25 anni fa; che è solo grazie al coraggio di un Ministro e di un Head Hunter che nel 2012 – e per quasi sei anni – ho avuto l’onore di dirigere con un incarico pubblico di Governo l’Ufficio Speciale Ricostruzione dei Comuni del Cratere, dopo il dramma del sisma dell’Abruzzo nel 2009; che la materia Ricerca del Personale con l’avvento dei social e l’utilizzo sempre più spinto delle tecniche di Intelligenza Artificiale sta vivendo una fase di disruption che, se non ben compresa e gestita, rischia di lasciare sul campo più di un legittimo dubbio.

Cosa poteva darmi in più un libro, dopo anni passati sul tema people e alla continua ricerca delle persone più adatte ai ruoli, cambiando io stesso spesso dimensione lavorativa?
Ma è bastato leggere le prime pagine del Diario di un Cacciatore di Teste di Gabriele Ghini, per capire che finalmente avevo davanti una lettura degli eventi diversa, vera e immediata oserei definirla, frutto evidentemente di chi quel mestiere, l’Head Hunter, il Cacciatore di Teste, l’ha vissuto non solo come professione, ma come passione.

E in poche ore l’ho letteralmente divorato, il libro, lasciando da parte ogni altro previsto impegno, perché volevo sapere come andasse a finire, come in un romanzo di cui aspetti il finale, che potrebbe essere anche il tuo, di uomo di azienda, di organizzazione, e al tempo stesso in cerca di risorse, ma spesso anche in cerca di te stesso nell’ambiente più adatto.

Fare l’Head Hunter – per bene intendo – è un mestiere che non si improvvisa, che costa rigore e sacrificio, che va vissuto avendo forti valori dentro, che porta a dire dei no a volte, ma che sa regalare la più grande delle soddisfazioni: collocare le giuste competenze nel giusto contesto. Il che non è poco, specie a valle di un’attenta lettura di tanti episodi di incompetenze diffuse nelle imprese, (in)competenze che portano spesso danno alla stessa comunità aziendale e organizzativa, come alle persone la cui vita professionale, e non solo, da questa dipende.

È una grande Responsabilità (con la R maiuscola) scegliere le persone giuste, e Ghini questo ce lo spiega bene nei 17 capitoli del suo avvincente racconto Diario di un Cacciatore di Teste. Capitoli che si susseguono con la logica di chi vuole renderti consapevole dell’intero mondo che vive attorno e dentro questo mestiere, capitoli che si lasciano leggere con leggerezza e crescente curiosità.

L’introduzione completa è pubblicata nel libro Diario di un Cacciatore di Teste, Edizioni ESTE, Dicembre 2018.
Per informazioni sull’acquisto di copie scrivi a daniela.bobbiese@este.it (tel. 02.91434400)


Paolo Esposito

Paolo Esposito è HR Senior Director di Dompé Farmaceutici. Dopo il sisma del 6 aprile 2009 in Abruzzo, in qualità di People Care Manager ha gestito per conto di Sanofi una serie di attività di natura assistenziale a favore dei dipendenti dello stabilimento di Scoppito (Aquila). Dal dicembre 2012, a seguito di selezione tramite Head hunting, è stato nominato dall’allora Ministro Fabrizio Barca Titolare dell’Ufficio Speciale Ricostruzione Comuni del Cratere. Nel gennaio 2016 è stato confermato per un ulteriore triennio nel ruolo di Titolare Usrc.

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2019 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano