Welfare, il Giappone rimedia allo stress da lunedì

,

Il Governo giapponese ha studiato una modalità per sconfiggere – o almeno alleggerire – la ‘sindrome da lunedì’, ossia quella sensazione di ansia legata al lavoro che comunemente attanaglia a partire dalla domenica sera: permettere ai lavoratori di prendersi la mattinata  libera. Come riportato dal Telegraph, grazie all’iniziativa chiamata Shining Monday, il Ministero dell’Economia nipponico sta portando avanti la sua missione volta a migliorare la conciliazione vita-lavoro.

Il piano è parte di un’iniziativa governativa più ampia, fatta per incoraggiare le società a diminuire gli straordinari dei propri dipendenti e lasciarli liberi di uscire dal lavoro prima, così combattendo quella problematica sociale –endemica del Paese del Sol Levante– detta Karoshi, letteralmente “morte per il troppo lavoro”.

Per contestualizzare questo fenomeno basti pensare che, secondo uno studio realizzato nel 2016, circa il 20% dei lavoratori giapponesi fanno più di 80 ore di straordinari al mese: nel solo 2015, si sono però contati 93 tra suicidi e tentati suicidi ricollegati ufficialmente a questa situazione. Inoltre sono stati registrati più di 1.515 casi di lavoratori o famiglie che hanno cercato rimborsi per malattie causate dal Karoshi.

A questo proposito nel 2017 è stato dato il via al piano Venerdì premio, nel quale veniva richiesto alle aziende di premettere l’uscita anticipata dei propri dipendenti in occasione dell’ultimo venerdì del mese, al fine di permettere loro di passare più tempo con i propri cari.

Queste misure erano state messe in cantiere con la speranza di ridurre lo stress indotto dal lavoro. L’intenzione era quella di garantire un boost all’economia del Paese, grazie all’apporto garantito dal maggior influsso di persone con più tempo libero, oltre a cercare di tamponare il problema della bassa natalità che ormai affligge cronicamente il Giappone.

Il piano ha però incontrato immediatamente delle resistenze, soprattutto perché alla fine di ogni mese le aziende giapponesi sono particolarmente sotto pressione. Cose se non bastasse, uno studio commissionato dal Ministero dell’Economia ha dimostrato che, nonostante quasi l’89% di quanti potevano usufruire di questo benefit governativo ne fossero al corrente, solo l’11,2% ne aveva usufruito.

Imperterrito, il Ministero ha comunque scelto di andare avanti con l’iniziativa ‘Shining Monday’. La proposta, sulla carta, dovrebbe essere più appetibile per le aziende e dovrebbe trovare maggior consenso tra i dipendenti che vogliono godere appieno del periodo di riposo settimanale. Le società, stando a quanto proposto, dovranno garantire al proprio staff una mattinata di riposo ogni mese durante il primo giorno della settimana lavorativa.

Per sperimentare l’efficacia di questo provvedimento, il Ministero ha condotto una prova durante l’ultima settimana di luglio 2018, permettendo al 30% del proprio staff di avere la mattinata del 27 luglio libera.
Incoraggiato dal responso oltremodo positivo, il Governo sta pianificando misure simili per tutto il mondo corporate giapponese, anche se l’adesione rimarrà comunque a discrezione dell’azienda.

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano