Il digital HR è già tra noi: il futuro della gestione del personale

, , ,

da Berlino

Ascoltare e prendersi cura in ogni momento delle persone (non solo dei clienti). Dare un (nuovo) senso a quanto svolgono quotidianamente. E (ri)metterle al centro. È innegabile che sia in corso una trasformazione dell’HR, una funzione che si confronta sempre di più con collaboratori che prima di essere dipendenti, sono clienti molto esigenti (anche dal punto di vista tecnologico).

Si è aperta al City Cube di Berlino di fronte a circa 3.500 aziende in rappresentanza di 68 Paesi, l’edizione 2018 di SuccessConnect, l’evento organizzato da SAP SuccessFactors, l’azienda di SAP specializzata in soluzioni cloud per la gestione delle risorse umane. A fare gli onori di casa Mark Jeffries, autore, influencer e consulente per la comunicazione di numerose organizzazioni, che ha introdotto il tema della giornata: connettere passioni e propositi. Un obiettivo sfidante che SAP SuccessFactors si è posta da tempo e nella capitale della Germania si è presentata forte di numerose novità tecnologiche per agevolare le attività delle Risorse Umane.

Proprio per far capire la ‘roadmap’ delle tecnologie HR, Greg Tomb, President di SAP SuccessFactors ha introdotto Kristen Cousines, Solution Engineer SAP, la quale ha permesso al pubblico di sbirciare cosa succederà nel 2025, tra occhiali per la realtà aumentata, chip sottopelle dove archiviare dati personali (come gli estremi del passaporto o della carta di credito)…

Ma quello che stiamo vivendo non è poi così distante dallo scenario che ci attende tra qualche anno. Forte dei suoi 6.500 clienti a livello globale, dei 100 milioni di utenti e del miliardo di transazioni quotidiane, SAP SuccessFactors ha riunito a Berlino le sue principali novità (esposte nella zona Expo), come l’App dedicata alle persone che mutua gran parte delle sue funzioni dai più noti social, sempre per restare vicini alle esperienze più classiche e conosciute dagli utenti.

O ancora gli occhiali per la virtual reality che consentono di visualizzare numerose informazioni legate alle persone, ma pure di simulare situazioni utili in ambito formativo: una tecnologia che il Manufacturing sta sperimentando da tempo, seppur per la manutenzione – anche da remoto – considerata molto utile e innovativa, visto che gli addetti si ritrovano con entrambe le mani libere.

HR alla sfida dei talenti

La grande sfida, tuttavia, resta quella legata ai talenti, soprattutto a fronte del fatto che Millennial e Generazione Z diventeranno presto il 50% della forza lavoro. Secondo una ricerca di PWC del 2018, il “talento” è il tema che più sta a cuore ai CEO: d’altra parte, secondo Tomb, la gestione dei talenti equivale a dare agilità e velocità all’organizzazione che si trasforma nella chiave del successo dell’azienda.

“Il mercato globale dei talenti è diventato estremamente competitivo. I responsabili aziendali sono chiamati a creare esperienze uniche per i dipendenti basate su tecnologie di tipo consumer per lo svolgimento delle azioni ripetitive in modo da consentire alle persone di concentrarsi di più su ciò che le appassiona al lavoro”, ha spiegato il Presidente di SAP SuccessFactors. “Le soluzioni SAP SuccessFactors sono disegnate tenendo presente l’esperienza dei dipendenti e anche il contesto globale, perché sappiamo che nel nostro ambiente legislativo e normativo in continua crescita in tutto il mondo, i nostri clienti contano su di noi per aiutarli a essere aggiornati e conformi”.

Proprio per questo è stato annunciato il lancio di SAP Recruiting di SAP SuccessFactors, la soluzione di acquisizione e coinvolgimento di talenti globali più completa, che consente di aumentare la fiducia dei candidati, la formazione di pool di talenti, la realizzazione di modelli e campagne marketing email mirate e la possibilità di visualizzare i dati dei candidati in modo olistico.

Prendersi cura delle persone vuol dire però avere a cuore anche il loro benessere e la loro salute, che si riflette sulle performance aziendali in quanto collaboratori che stanno bene sono anche motivati: di questi aspetti se ne prendono cura SAP Work.Life e Thrive Global. Per dimostrarne il potenziale al City Cube di Berlino è stata allestita un’experience room immersiva dedicata a tutti i partecipanti.

Tutelare e mettere a valore la diversity

Viste le numerose dimensioni delle persone che sono oggi coinvolte al lavoro (se un tempo si era considerati ‘semplicemente’ collaboratori, oggi lo si è anche per il proprio status di padri-madri, figli-figlie, fratelli-sorelle, ecc.), era necessario dunque elaborare una nuova vision che consentisse di “portare le persone al cuore dell’intelligenza dell’organizzazione”, come sostenuto da Adaire Fox-Martin, Executive Board Member SAP SE – Global Customer Operations. A fronte delle nuove regole del mercato – sempre più orientato al cliente e per questo impone ulteriori accelerazioni – servono strumenti innovativi alle organizzazioni, che a loro volta devono trasformare la propria funzione HR per la gestione delle persone. Ecco allora la necessità di creare una sorta di sistema nervoso dell’azienda in grado di unire i vari gangli informativi per restituire alle Risorse Umane un ecosistema di dati strutturato.

Come spiegato da Amy Wilson, Head of product di SAP SuccessFactors, oggi è stata mantenuta la promessa fatta nel 1998 quando ancora le soluzioni erano offerte on premise: ora SAP Intelligent Suite è la piattaforma in cloud che riunisce i diversi applicativi (per il Performance, Learning, Core HR, Finance, Supply chain, Contingent Management, Expenses, Procurement) offrendo un unico ambiente per il reporting, l’Analytics e l’Intelligence, il modello di gestione dei dati…

I vantaggi sono numerosi. Si consideri, per esempio, il caso della gestione dei talenti che prevede il coinvolgimento dell’HR, ma anche del Finance per tutti gli aspetti di assunzione, sviluppo, retribuzione… “Oggi abbiamo l’opportunità di rendere le cose più facili”. E a testimoniare le potenzialità delle soluzioni di SAP SuccessFactors sono stati alcuni clienti dell’azienda, rappresentanti da Astrid Fontaine di Bentley, Kai Wehmeyer di Bertelsmann, Helen Jackson-Wright di Vodafone e Anat Markus di Teva, quest’ultima premiata come “HR più innovativa”: i 10mila euro di premio sono stati interamente devoluti a The END Fund, associazione benefica con la mission di porre fine alle principali malattie tropicali, che ancora affliggono circa 1,5 miliardi di persone, di cui 836 milioni di bambini.

Proprio nella prima giornata di SuccessConnect, SAP ha annunciato un nuovo gruppo di aziende che ha scelto le soluzioni SAP SuccessFactors per gestire il proprio capitale umano (Human Capital Management) attrarre, sviluppare e trattenere i migliori talenti e consentire loro di avere successo in un ambiente di lavoro sempre più digitale.

Tra queste, oltre ad Aker Solutions, Apleona GmbH, Atotech Deutschland GmbH, Atotech Deutschland GmbH, CaixaBank S.A. e HiPP GmbH & Co. Vertrieb KG c’è Intesa Sanpaolo Spa, il più grande gruppo bancario in Italia, con oltre 96mila dipendenti, circa 12,3 milioni di clienti e 4.700 filiali.

L’azienda ha scelto SAP SuccessFactors Employee Central, SAP SuccessFactors Performance & Goals, SAP SuccessFactors Compensation, SAP SuccessFactors Succession & Development e SAP Jam per supportare la trasformazione dell’area HR coinvolgendo nel contempo i dipendenti nel processo. Con le soluzioni SAP SuccessFactors, Intesa Sanpaolo si aspetta HR più semplici, più veloci e orientate al business, riducendo i costi e gli aspetti burocratici per offrire più tempo ai dipendenti per le attività a valore aggiunto.

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano