Tra l’HR e l’IT non c’è (ancora) collaborazione

, ,

L’uso di strumenti tecnologici rende l’area HR libera di concentrarsi sulle scelte strategiche, più che sulle questioni amministrative. Lo affermano più di 2mila decision makers del settore HR di otto Paesi europei intervistati da ADP e IDC. E se da un lato la ricerca condotta delle due società rivela che la tecnologie è entrata a far parte dei processi di gestione delle persone, dall’altro evidenzia che c’è ancora una scarsa comunicazione tra i team delle Risorse Umane e l’IT.

Verso il digitale

Sebbene un numero consistente di intervistati abbia dichiarato che i dipartimenti di IT non siano strettamente allineati con l’HR, scrive ADP in una nota, la ricerca indica un mutamento nella mentalità degli esperti di HR, con un maggiore riconoscimento di quanto la tecnologia sia importante per produrre maggiore valore strategico nella loro organizzazione. Alla domanda su quali siano le nuove tecnologie che i Direttori del Personale ritengono sempre più importanti, il 68% ha detto integrazione end-to-end di tutti i sistemi di HR e di talento, e il 64% ha affermato che la dashboard e le analitiche dell’HR sono state molto o estremamente importanti. Inoltre, il 56% ha rivelato che anche le piattaforme feature social o collaborative sono molto importanti. Virginia Magliulo, General Manager di ADP Italia ha sottolineato che l’area HR trae benefici dall’uso delle tecnologie in termini di carichi di lavoro: “Introdurre nuove tecnologie, come app social o collaborative, nella vita lavorativa quotidiana dei dipendenti aiuta a soddisfare le loro aspettative, soprattutto se l’user experience al lavoro sia simile a quella che incontrano nella loro vita privata”.

Ma l’HR e l’IT ancora non si parlano 

Il 28% degli intervistati  ha dichiarato che l’IT è solo coinvolto in qualche modo nelle decisioni di soluzioni HCM, e il 3% dichiara che non svolge alcun ruolo. Questi dati raccontano della mancanza di comunicazione fra i team di HR e i dipartimenti IT. Inoltre, lo studio ha rivelato che più di un quinto (22%) dei processi di Human Capital Management (HCM) sono ancora gestiti manualmente. “Questi risultati sono preoccupanti poiché un mondo sempre più digitale richiede ai team di HR di essere competenti riguardo alla tecnologia. Le soluzioni IT possono rendere i processi più efficienti, offrire risultati basati sui dati e automatizzare i processi ripetitivi. Le compagnie di tutte le dimensioni hanno bisogno di sfruttare soluzioni digitali di HCM che garantiscano più valore, idee e qualità alle loro funzioni di HR. I team di IT e di HR devono lavorare fianco a fianco per portare avanti con successo questa sfida”, ha dichiarato Magliulo.  

Oltre a identificare il bisogno di maggiore tecnologia all’interno del dipartimento di HR, dalla ricerca emergono un numero significativo di risultati, collegati alle maggiori preoccupazioni e priorità per i team di HR di compagnie di tutte le dimensioni: formazione e sviluppo sono senza dubbio le problematiche più importanti per tutte le compagnie, con il 50% di tutti i decision maker del settore HR che ritengono che questo sia il focus principale per il dipartimento nel futuro. Così come ritengono molto importante la gestione del talento in un periodo di scarsità di skill digitali, per questo la gestione del reclutamento sarà supportata in maniera significativa dal datore di lavoro con l’input necessario dai team di marketing e di PR.

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano