Gamification

Gamification significa lavorare sulle competenze comportamentali

, , ,

Giochi di ruolo, simulazioni, performance teatrali, attività sportive, costruzioni con i Lego e molto altro ancora: sono soltanto alcune delle metodologie che è possibile impiegare per una formazione gamificata, che prediliga un approccio di tipo esperienziale rispetto al trend della realtà virtuale.

Vivere esperienze all’interno del gioco consente infatti di sperimentare comportamenti nuovi e inusuali, strategie mai provate prima e di elaborare il vissuto emotivo, così da incidere sui comportamenti. Come sosteneva lo scrittore e pedagogista tedesco Jean Paul: “Il gioco è una cosa seria. Anzi, tremendamente seria”.

Ritorno ai giochi reali con metafore formative

Per quanto riguarda la metafora del gioco, è fortemente di moda il gaming digitale, ma non per tutti rappresenta la direzione preferenziale. Creattività ha iniziato in questo campo nel lontano 2001 e un paio d’anni più tardi ha persino vinto un premio con un gaming online per Vodafone riguardo la formazione per gli operatori di call center.

“La rilevanza del gaming online è sotto gli occhi di tutti, noi invece, oltre al digitale, abbiamo deciso di sviluppare l’uso del gioco in modo più intenso per le attività formative”, ricorda Massimo Soriani Bellavista, AD e socio fondatore di Creattività.Gamification

Già il nome della società, richiama la creatività che è un ingrediente fondamentale del gioco. Matteo Rosa, Formatore di Creattività, nonché uno dei massimi esperti in Italia sulla tematica del gioco e della formazione esperienziale, descrive come prende avvio la progettazione: “Quando si pensa un gioco per la formazione si parte dal problema dell’organizzazione o dalla valutazione dei bisogni formativi, poi si scatena l’immaginazione per partorire una metafora e una storia capaci di rappresentare le esigenze in termini semplici, completi ed emotivamente coinvolgenti”.

Infatti, secondo Marcella Campi, socia fondatrice di Creattività, è ormai assodato come “il potenziamento delle competenze comportamentali rappresenti una necessità, accanto a conoscenze e competenze tecniche, per il reale sviluppo di un ruolo professionale e per permettere un continuo adattamento al cambiamento”.

In un simile contesto, le aziende hanno compreso l’importanza di inserire nell’offerta formativa molte attività dedicate alla gamification, che “rappresenta, tra tutte le metodologie, una delle leve maggiormente efficaci”: “Dai più recenti studi è infatti confermata la forza dell’utilizzo dell’esperienza nel processo di potenziamento dell’apprendimento”.

Per sviluppare le proprie competenze attraverso l’esperienza, Rosa è convinto che “una persona deve sentirsi libera di fare esperienze significative, provando comportamenti diversi”: “Tutto questo comporta rischi, e quindi genera resistenze. Nel gioco il rischio reputazionale è minore e le difese tendono ad abbassarsi con facilità.

Ciò semplifica da un lato la sperimentazione di nuovi comportamenti potenzialmente di successo, e dall’altro la consapevolezza, il feedback e la discussione. È un mix straordinariamente potente ai fini del cambiamento”.

Il Formatore di Creattività ci tiene inoltre a sottolineare che “possiamo considerare gioco non solo il Monopoli o un videogame, ma qualsiasi esperienza che porti le persone fuori dal contesto del loro lavoro e della loro industry”.

A tal proposito Soriani Bellavista conclude: “Dall’aula, con metafore già riconosciute a livello internazionale quali il Lego Serious Play, al Gamestorming dove costruiamo giochi per aumentare l’innovazione dell’azienda, fino alle costruzioni di metafore formative complesse outdoor, dove abbiamo creato giochi all’interno di una intera città, incastonando ‘giochi nei giochi’ con chiare finalità formative che poi vengono destrutturate in un debrifieng a parte”.

 

L’articolo fa parte dello speciale gamification pubblicato all’interno del numero di Settembre 2018 di Persone&Conoscenze.
Per informazioni sull’acquisto di copie e abbonamenti scrivi a daniela.bobbiese@este.it (tel. 02.91434400)

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano