FuturAXA: un progetto per i nuovi talenti

, , ,

INTERVISTA A SIMONE INNOCENTI

Vice Direttore Generale, Direttore HR, Organizzazione e Change Management di AXA ASSICURAZIONI

Di Daniela Rimicci

 

AXA Assicurazioni presenta un innovativo e ambizioso progetto, FuturAXA, rivolto a 10 giovani talentuosi provenienti dall’Università Bocconi di Milano. Quale la mission dell’iniziativa? Quale il suo valore in un contesto complicato come quello attuale? Abbiamo approfondito il tema con Simone Innocenti, direttore del personale della società.

Simone Innocenti, AXA Assicurazioni
Simone Innocenti, AXA Assicurazioni

 

Con sede centrale a Milano e due dipartimenti al Centro Nord e al Centro Sud, AXA Assicurazioni ha numeri importanti: una rete di circa 660 agenzie e circa 1200 collaboratori su tutto il territorio nazionale. Nella sua gestione, quali le maggiori difficoltà riscontrate negli ultimi anni?

Più che difficoltà parlerei di sfide per un’azienda che da sempre si mostra flessibile in uno scenario di mercato in continuo movimento. Per fronteggiare i cambiamenti il Gruppo investe per DNA in formazione e valorizzazione dei propri talenti interni da un lato e nella ricerca di giovani talentuosi provenienti −anche− dal mondo universitario.

Abbiamo una serie di programmi di sviluppo delle persone che consentono di mantenere la flessibilità del gruppo e di valorizzare le competenze delle nostre risorse umane in linea con le richieste di mercato.

 

In partnership con l’Università Bocconi avete lanciato il progetto. Ci racconta la struttura e la mission di questa iniziativa?

L’iniziativa si inserisce nei piani strategici del Gruppo nell’ottica di ‘tenere il passo’ ai cambiamenti continui: è un progetto che sostiene un percorso formativo-lavorativo per giovani meritevoli. AXA Assicurazioni investe oggi, con questa iniziativa, su talenti da formare e far crescere all’interno dell’azienda per assicurare un futuro prospero a loro e all’impresa.

L’edizione 2013 di FuturAXA è rivolta a 10 giovani che verranno scelti presso dell’Università Bocconi. Lo scopo è far lavorare questi ragazzi, in un percorso di job rotation tra le principali funzioni aziendali, a fianco dei nostri collaboratori al fine di raggiungere una win-win situation per entrambe le parti: da un lato l’azienda arricchisce la propria cultura organizzativa con nuove personalità, portatrici di diversità culturali e di genere, dall’altro questi giovani avranno la possibilità di acquisire competenze tecniche e comportamentali.

 

Il progetto è dedicato a 10 giovani talenti. Chi è per voi un talento? Che caratteristiche deve avere?

In AXA Assicurazioni abbiamo in uso questa espressione che utilizza i ‘colori’ in modo significativo: diciamo ‘Vogliamo diventare sempre più blu’. Ovvero: sempre più coinvolgenti, saper lavorare in team collaborativi in modo proficuo e garantire così un ambiente sano, competitivo ‘il giusto’, dove le energie vengono spese per fare business e non per competere all’interno dell’azienda ‘contro’ i propri colleghi.

Pertanto selezioneremo le persone in prima battuta analizzando curricula universitari di tutto rispetto e, in secondo luogo, in base a caratteristiche ‘personali’ e attitudinali dei candidati.

La nostra azienda è coinvolgente. Cerchiamo persone affini alla nostra cultura aziendale: brillanti, flessibili, produttive, coraggiose davanti al cambiamento che va ‘cavalcato’ e non subìto. Queste sono le peculiarità che per noi deve avere un talento AXA. E, inoltre, per questi ragazzi sarà un plus saper operare in un contesto internazionale con un’ottima conoscenza di lingue straniere (in primis l’inglese). Devono avere, soprattutto, un forte spirito di imprenditorialità, responsabilità e intraprendenza per accogliere le sfide con entusiasmo e vincerle.

Tutte queste caratteristiche sono ormai necessarie per poter essere un’azienda e persone di successo.

 

Qual è il valore di un progetto rivolto ai giovani nello scenario attuale del mercato del lavoro?

Ha un valore molto importante e si affianca a una serie di altri progetti di inserimento di giovani neolaureati in stage a cui lavoriamo in maniera continuativa, grazie a partnership intraprese con i migliori istituti universitari.

La strategia è duplice: da un lato si tratta di ricercare i talenti oggi per assicurare al gruppo un futuro prospero, dall’altro rafforzare i rapporti con le università italiane.

In AXA Assicurazioni lo stage ha una struttura progettuale rilevante: è un ‘trampolino di lancio’ che offre visibilità alla persona verso il management e, inoltre, risponde al bisogno di ‘fare esperienza sul campo’ dei giovani.

Infine, a supporto di questa strategia di inserimento e sviluppo dei nuovi talenti, abbiamo attivato programmi di tutoraggio e mentoring. L’obiettivo finale di questo rapporto tra talento e azienda è chiaro: l’ingresso all’interno della Compagnia in primo luogo per chi ha già dimostrato le proprie capacità seguendo il nostro percorso formativo, e in secondo luogo aperto anche ad autocandidature esterne.

www.axa.it/studi_e_ricerche/futuraxa.aspx

Lascia un commento

© 2017 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 info@fabbricafuturo.it - P.I. 00729910158