Destinazione Lavoro, l’attività di CSR di Gi Group per favorire l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro

, , , , , , , , ,

Rivolto a tutti i NEET (ragazzi che non studiano, non lavorano e non stanno seguendo un percorso formativo) e, più in generale, a tutti coloro che non hanno terminato il percorso scolastico o trovano difficoltà nell’accedere al mondo del lavoro, il 14 novembre si è tenuta l’iniziativa di CSR “Destinazione Lavoro” realizzata da Gi Group, prima multinazionale italiana del lavoro, nonché una delle principali realtà a livello mondiale nei servizi dedicati allo sviluppo del mercato del lavoro.
Sono state quasi 300 le persone di Gi Group coinvolte in quasi 60 filiali dislocate su tutto il territorio nazionale che, per l’occasione, hanno aperto le proprie porte a 1.600 ragazzi ospitando sessioni di workshop e colloqui individuali sui seguenti temi: come redigere correttamente il proprio cv; l’importanza del marketing di se stessi tramite la preparazione di una corretta lettera di presentazione; i canali di ricerca da impiegare; come affrontare un colloquio di lavoro; come ampliare la conoscenza dei contratti di lavoro.
Nella stessa mattinata, Gi Group ha inoltre tenuto sessioni formative e di orientamento al mercato del lavoro rivolte a 1.200 studenti di 13 Istituti scolastici –in prevalenza classi quinte– che hanno aderito all’iniziativa.

Destinazione Lavoro 2

Collaborare con le associazioni del territorio
Gi Group verserà il corrispettivo delle retribuzioni dei dipendenti che hanno aderito all’iniziativa di CSR del 14 novembre a supporto di organizzazioni che svolgono attività di reinserimento nel mondo dell’istruzione e del lavoro, rivolte a NEET e a giovani con difficoltà.
Tre sono le associazioni: Cometa di Como, attiva da dieci anni per l’accoglienza, l’educazione e il sostegno ai minori maggiormente in difficoltà nel loro percorso verso la vita adulta e il lavoro. Il progetto si rivolge a giovani tra i 16 e i 22 anni che rientrano tra i NEET o che presentano particolari situazioni di disagio; prevede un percorso di alternanza scuola-lavoro contro la dispersione scolastica con attività di accompagnamento e orientamento al lavoro e l’avvio di tirocini in aziende del territorio.
Segue Rimettere le Ali Onlus di Roma, che si occupa di accoglienza, educazione, formazione e integrazione nella società di giovani in stato di disagio ed emarginazione e sostiene le attività educative del Borgo Ragazzi Don Bosco di Roma. L’obiettivo del progetto è quello di favorire l’inserimento lavorativo di minori e giovani adulti, italiani e stranieri, attraverso l’organizzazione di un percorso professionalizzante, della durata di 100 ore circa, finalizzato all’acquisizione di competenze relative ai profili professionali di cameriere, addetto mensa e pizzaiolo.
Infine, la Fondazione di Comunità San Gennaro Onlus di Napoli, che sostiene lo sviluppo sociale ed economico del Rione Sanità, operando sul capitale umano, la cultura e l’innovazione. Nello specifico, il progetto ha come scopo il potenziamento delle attività formative a favore degli alunni della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado del Rione, per contrastare la dispersione scolastica e ridurre al massimo il rischio di marginalizzazione sociale e di criminalità minorile.

“Con “Destinazione Lavoro” –ha commentato Stefano Colli-Lanzi, CEO di Gi Group– abbiamo voluto mettere a disposizione della comunità, e soprattutto dei giovani, il know how acquisito in oltre 15 anni di attività. Lo abbiamo fatto in modo del tutto gratuito, aprendo le nostre filiali di sabato e fornendo suggerimenti, consigli, materiali che possano facilitare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. I feedback che abbiamo ricevuto sono stati estremamente positivi non solo da parte delle persone che hanno partecipato, ma anche dei volontari Gi Group che, attraverso l’iniziativa, hanno potuto riscoprire il significato più completo del lavoro che portiamo avanti tutti i giorni.”

www.gigroup.it/destinazionelavoro

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

© 2017 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 info@fabbricafuturo.it - P.I. 00729910158