, , , , , , , , , , , , ,

Ad oggi hanno confermato la loro partecipazione all’evento:

Indesit Company – Samuele Zoccari, Group Reward & International Mobility
ISA Yachts – Gianluca Fenucci, Presidente
Magazzini Gabrielli – Piera Agostini, Responsabile Formazione
Pelletteria Valentino Orlandi – Cristina Orlandi, Titolare
Seves Group – Franco Giampaoletti, Group Hr Director
Zeis Excelsa – Silvia Cardinali, Recruiting Manager Leggi tutto >

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Pubblicati sul canale YouTube ESTE Edizioni i video degli interventi al Convegno “Risorse Umane e non Umane”, tenutosi a Roma lo scorso 22 novembre.

Gli interventi disponibili:

Cristiano Bettini, Sottocapo di Stato Maggiore della Difesa

Marco Lisi, alto funzionario di agenzia internazionale

AXA ASSISTANCE GROUP – Alessandro Maniscalco, Regional Human Resources Director

ANSA COMPOSITI – Antonella Zonetti, Titolare e Responsabile Risorse Umane Leggi tutto >

, , , , , , , , ,

La radice della relazione alla base dell’intervento formativo – di Duilio Cau

Credo nella medicina allopatica, credo anche in quella orientale. Ho poca fiducia nella medicina omeopatica. Eppure il suo principio di cura, fondato sulla similarità, ha sempre esercitato su di me una influenza, di più un fascino, particolare. Lo stesso potrei dire di Jung e del suo inconscio collettivo, suprema forma di similarità tra gli esseri umani. Per non parlare della Scuola delle Annales o dell’etnometodologia, insomma tutto mi è sempre sembrato convergere verso una sostanziale identità tra le persone. Eppure l’esperienza direbbe il contrario, le più recenti teorie relazionali inneggiano alla ‘diversità’. Ma il motore della relazione, la sua radice è davvero la ricerca di una complementarietà? O invece è ciò che ci accomuna, che ci avvicina e ci mette insieme? È l’idem sentire il vero motore di ogni relazione e funziona per la semplice ragione che dentro di noi, se scaviamo molto, troviamo le stesse cose. Così comincia la relazione, così nasce la buona formazione. Leggi tutto >

, , , , , ,

Learning organization

Realtà che offrano la possibilità di costruire percorsi ad hoc per la singola persona non sono ancora molto frequenti nel nostro Paese. In poche aziende sono utilizzati i piani individuali di formazione strutturati come erano in passato quelli implementati in Reale Mutua, dove Davide Storni ha lavorato dal 1997 al 2002. “L’impronta che ho sempre seguito –racconta Storni– sia nei progetti dei piani individuali sia in progetti di tipo organizzativo è sempre stata quella di lavorare sull’empowerment delle persone, dando loro il potere di indirizzare la propria vita professionale e di fare delle scelte. Generalmente, non è facile trovare situazioni di questo tipo nelle realtà aziendali. Nel contesto di Reale Mutua questo approccio ha portato a un cambiamento enorme. Sono entrato in Reale Mutua con l’incarico di capo dell’organizzazione; dopo un anno mi è stata affidata anche la formazione e lo sviluppo risorse umane. Quando ho affrontato il tema della formazione avevo in mente di orientarmi a una logica di learning organization, un’organizzazione che sapesse sviluppare un know how distintivo e, partendo da questo, costruirsi un vantaggio competitivo sul mercato. D’altra parte le risorse che avevo a disposizione erano veramente poche: soltanto una persona si occupava di formazione in quel momento. La formazione, inoltre, era molto tradizionale: i capi chiedevano di mandare una persona a fare un corso. Una volta all’anno venivano raccolte, per poi inoltrarle all’area formazione, le richieste dei principali responsabili gerarchici per le loro persone”. Leggi tutto >

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2019 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano